lunedì 1 febbraio 2010

ASTROLOGIA - GLI EVENTI DEL MESE DI FEBBRAIO

Ecco le posizioni planetarie per questo mese di febbraio: SOLE in Acquario, dal 19 in Pesci; LUNA nuova il 14 in Acquario, LUNA piena il 28 in Vergine; MERCURIO in Capricorno, dal 10 in Acquario; VENERE in Acquario, dall'11 in Pesci; MARTE retrogrado in Leone; GIOVE in Pesci; SATURNO retrogrado in Bilancia; URANO in Pesci; NETTUNO in Acquario; PLUTONE in Capricorno; CHIRONE in Acquario; NODO LUNARE NORD in Capricorno; LUNA NERA in Acquario.

A tenere banco in questo mese è ancora la quadratura tra Saturno in Bilancia e Plutone in Capricorno, aspetto quanto mai efficace essendo esatto proprio nei primi giorni di febbraio con entrambi i pianeti a 4° dei rispettivi segni. Si tratta come già detto più volte di una configurazione molto dura che può richiamare circostanze di natura karmica nella vita dei soggetti interessati, o comunque situazioni per qualche ragione difficili che mettono a dura prova l'individuo, mentre anche sul piano mondiale agisce in modo similare come abbiamo mostrato a suo tempo. La quadratura interesserà in questo mese tutti coloro che hanno pianeti o altri fattori significativi situati intorno a 4° della Croce Cardinale (Ariete, Cancro, Bilancia, Capricorno).

Plutone ancora al centro dell'attenzione anche per un'altro aspetto interessante, vale a dire il sestile con Giove da poco entrato nei Pesci. Altre energie e altre modalità ovviamente, questa volta tendenzialmente più favorevoli data la natura 'morbida' del sestile, e quindi possibilità espansive e costruttive per chi ha pianeti o altri fattori significativi situati intorno a 5-6° dei segni di Terra e Acqua. Il fulcro della configurazione infatti oscillerà tra 4 e 7 gradi tra l'inizio e la fine del mese, con i due astri in Capricorno e Pesci ad attivare i settori corrispondenti dei segni appunto di Terra e Acqua. L'intervento di Giove in aspetto a Plutone potrebbe inoltre ammorbidire un po' la durezza della quadratura Saturno-Plutone.

Mentre Marte proseguirà per l'intero mese a retrocedere in Leone in vista dello stazionamento che avverrà a marzo proprio nel grado iniziale del segno, intorno alla metà di febbraio si formerà un'interessante congiunzione, anche se non strettissima, tra Sole, Venere e Giove a cavallo tra fine Acquario e inizio Pesci inizialmente, e poi interamente nei Pesci. I tre astri si verranno a trovare compresi in un arco di circa 10° per diversi giorni, formando una configurazione che la Tradizione astrologica considera tra le più fortunate e favorevoli in assoluto. Pur essendo di breve durata data la velocità elevata con cui Sole e Venere si muovo sull'eclittica, la congiunzione non dovrebbe mancare di richiamare qualcosa che si presume piacevole per chi ha pianeti o altri fattori situati tra fine Acquario e inizio Pesci, ma anche nei corrispondenti settori situati in trigono o sestile sia pure con modalità meno eclatanti. Più incerti o ambigui invece gli influssi per chi ha pianeti situati in opposizione o quadratura alla configurazione. La congiunzione sarà invece assai più incisiva per chi nascerà nel periodo in quanto ne caratterizzerà in modo netto l'intera personalità, che sarà quindi molto idealista, romantica, raffinata, delicata, attratta dalle arti, dalla cultura e dalla spiritualità, ma forse anche un po' troppo autoindulgente e tendente all'eccesso nei piaceri.

Nient'altro di importante da segnalare per questo mese, quindi passiamo alla visibilità dei pianeti in Cielo. I pianeti meglio osservabili saranno Marte e Saturno. Già dopo il tramonto del Sole si potrà vedere Marte verso sud-est e poi gradualmente verso sud e poi ovest nelle ore successive, praticamente per tutta la notte. Saturno comincerà ad essere ben visibile dalle 22 circa verso est, e poi naturalmente si sposterà verso sud e sud-ovest col passare delle ore per tutto il resto della notte. Mercurio è ancora visibile prima dell'alba intorno est, come sempre molto basso sull'orizzonte, ma gradualmente il pianeta tenderà ad avvicinarsi al Sole fino a diventare invisibile nella seconda parte del mese. Anche Giove è in fase di avvicinamento al Sole e pertanto sta scomparendo alla nostra vista, mentre Venere dopo la congiunzione superiore del mese scorso si sta invece allontanando a potrebbe tornare ad essere visibile, sia pure per brevissimo tempo, negli ultimi giorni di febbraio, appena dopo il tramonto del Sole in direzione ovest.

5 commenti:

nia ha detto...

Il tuo post mensile è sempre molto chiaro e illuminante circa quanto accade in cielo e gli effetti possibili e probabili sui vari segni. Sbaglio o l'Ariete ha il suo bel giro di aspetti e anche da diverso tempo e che dureranno anche a lungo?
Secondo te dove può essere ricercato il significato di transiti che si concentrano in un determinato periodo e alle volte anche per lungo tempo prevalentemente su un segno, non so se riesco a spiegarmi.
Mi piace la congiunzione Sole, Venere e Giove... spero porti qualcosa di bello agli interessati, nel mio caso faranno un debole sestile solo a Mercurio e quadreranno Giove natale.
Un caro saluto, alla prossima!

Gabriele Bertani ha detto...

Eh sì, tutti i 4 segni Cardinali, in particolare nel primo decanato, saranno interessati da transiti di notevole forza nei prossimi mesi quando a Saturno e Plutone si aggiungeranno anche Urano e Giove. Il simbolismo della Croce Cardinale è quello dell'inizio, di qualcosa che comincia. Considerando che Urano e Plutone sono pianeti di grandi trasformazioni, si può ipotizzare un periodo di grandi cambiamenti sia globali che individuali, ma che dovranno fare i conti con le forze conservatrici di Saturno. Periodo potenzialmente molto critico tra possenti spinte al cambiamento e accanite resistenze conservative.

nia ha detto...

Immagino quindi che ricavare il meglio da queste forze spetti sempre e comunque al singolo individuo in prima battuta. Certo è che richiedono a mio avviso molta forza e determinazione per non soccombere e scivolare invece negli aspetti più critici.
Buona serata.

Gabriele Bertani ha detto...

Esattamente, data la natura delle configurazioni ci vorrà forza, fermezza ed equilibrio per gestirle anzichè farsi gestire da loro.

gayaliberty ha detto...

ephemedidi aggiornate, ma quando giove e venere congiunto a circa 10° in pesci faranno un meraviglioso sestile col mio asc. e il mio giove di nascita congiunti in toro e col mio sole in capricorno. Dovrebbe essere buono in amore...speriamo! gli astri inclinano ma non determinano