giovedì 31 dicembre 2009

STASERA ECLISSE DI LUNA IN CANCRO

Questa sera, proprio nella notte di Capodanno, si verificherà un'eclisse parziale di Luna, con culminazione alle ore 19:23 GMT corrispondenti alle 20:23 del fuso orario italiano. Il fenomeno sarà visibile dall'Italia, dove le condizioni meteorologiche lo consentiranno. L'eclisse lunare si verifica quando si forma un allineamento tra Sole, Terra e Luna, con la Terra che si frappone tra Sole e Luna ombreggiando la superficie lunare illuminata dal Sole. Più l'allineamento è preciso e più l'eclisse è intensa, in questo caso si tratta come detto di un'eclisse parziale e quindi non delle più intense.

Dal punto di vista astrologico, l'eclisse si formerà a 10° del segno del Cancro, e quindi, sul piano individuale, interesserà tutti coloro che hanno, nel proprio quadro astrale di nascita, pianeti o altri fattori significativi (ascendente, mediocielo, nodi lunari ecc.) intorno a 10° della Croce Cardinale (Ariete, Cancro, Bilancia, Capricorno). Ovviamente l'influsso dell'eclisse varierà di molto da soggetto a soggetto a seconda di cosa viene toccato nel quadro individuale. In generale si può comunque dire che l'eclisse, secondo i nostri studi, tende ad agire come fattore di innesco o enfatizzazione di eventi la cui natura dipende anche dai transiti planetari in atto nel periodo o nei mesi immediatamente successivi.

martedì 29 dicembre 2009

IL RUOLO DELL'ALCOOL NELL'EVOLUZIONE UMANA

Nell'intervento precedente abbiamo evidenziato come, secondo le fonti esoteriche di nostra conoscenza, il ciclo evolutivo che sta attualmente attraversando l'umanità si componga di due fasi ben distinte, una discendente (dai piani spirituali più sottili a quelli più densi materiali) e l'altra successiva ascendente, che segue il percorso inverso. In realtà questa è soltanto la più grossolana delle tante suddivisioni in fasi che si possono fare del suddetto ciclo evolutivo, ce ne sono altre molto più dettagliate e articolate di cui peraltro abbiamo già parlato in passato. La fase discendente è di solito rappresentata dalle Tradizioni spirituali come una 'caduta', mentre quella ascendente è vista invece come una sorta di 'redenzione'. La 'caduta' comporta la conoscenza della dualità Bene/Male ma anche la conquista graduale del libero arbitrio, e anche un graduale cambiamento di coscienza da sognante-chiaroveggente istintiva a scientifica-oggettiva. La fase ascendente comporta invece un graduale risveglio della percezione sottile, ma questa volta di tipo oggettivo e consapevole anzichè sognante e istintiva. L'approccio alla vita cambia gradualmente da collettivistico a individualistico-egoistico durante la discesa o 'caduta', per poi mutare in individualista-etico nella fase di ascesa. Tra l'una e l'altra fase entra in gioco la figura di un'elevata entità spirituale che funge in qualche modo da 'salvatore' grazie al suo intervento diretto ad eliminare il Male dal mondo ristabilendo l'ordine divino, figura che prende diversi nomi a seconda delle diverse Tradizioni e culture, dall'egizio Horus al persiano Mithra, dal Messia ebraico al Cristo e così via.

Ognuna delle due fasi opposte può essere favorita oppure ostacolata da varie cose, tra cui anche i comportamenti e le abitudini che ogni individuo può assumere. Questo perchè ognuna di queste cose può intensificare l'immersione a livelli più profondi nel piano fisico-materiale oppure avere l'effetto opposto, quello di favorire il distacco dal mondo della materia densa e l'accesso a livelli più 'sottili'. Come ulteriore premessa ricordiamo che in questo percorso evolutivo l'umanità è accompagnata da entità spirituali superiori (angeli, arcangeli ma anche demoni ecc.) che in qualche modo predispongono situazioni e circostanze funzionali alla fase in atto. Ovviamente l'uomo comune non è consapevole dell'esistenza di queste entità, mentre può esserlo l'occultista, l'iniziato o il sensitivo. Ciò di cui vogliamo parlare oggi in modo specifico è l'effetto che ha l'alcool su questi processi evolutivi, e quindi che cosa comporta l'abitudine ad assumere sostanze alcooliche. Come sempre ci riferiremo a lavori fatti da studiosi più esperti di noi, in questo caso uno studio dell'antroposofo Stefano Pederiva pubblicato sul n. 5/2008 della rivista Antroposofia.

Nel suddetto articolo, Pederiva analizza la natura dell'alcool e il processo dal quale viene ricavato, facendo riferimento anche a conoscenze di natura alchemica. L'alcool, secondo l'autore, genera una sorta di polarizzazione delle facoltà umane tra quella intellettiva (pensare) e quella istintiva (volere), inibendo quella mediana del sentimento (sentire), generando così una struttura interiore che peraltro, aggiungiamo noi, è caratteristica delle entità demoniache ahrimaniche così come le ha descritte Rudolf Steiner, e cioè immensamente intelligenti e dalla volontà ferrea, ma prive di sentimenti. La conclusione che ne risulta è che il comsumo di alcool nell'umanità è stato introdotto dalle entità superiori per favorire il processo di immersione nel materiale, e quindi la 'caduta', in modo da spegnere l'antica coscienza chiaroveggente-collettivistica e sviluppare quella oggettiva-individualistica. Nella Genesi, il momento in cui nell'evolzuione umana viene introdotto l'alcool è rappresentato dall'episodio dell'ubriacatura di Noè, e quindi subito dopo la fine dell'epoca Atlantidea. La fase evolutiva ascendente vedrà invece lo sviluppo proprio della sfera mediana del sentimento che era stata inibita, tra le altre cose, dall'uso dell'alcool, e infatti è proprio sulle forze del sentimento centrate sul chakra mediano del cuore che fanno prevalentemente leva gli insegnamenti cristici.

Da tutto questo possiamo capire che il comsumo di alcool ha un suo senso e un suo significato soltanto nella fase discendente di 'caduta', mentre diventa un ostacolo e un impedimento nella fase evolutiva ascendente. Se attualmente una parte dell'umanità si trova già in fase ascendente e un'altra parte è invece ancora in fase discendente, possiamo anche capire che per qualcuno il consumo di alcool può essere anche utile mentre per qualcun'altro è invece dannoso, e in ogni caso ci riferiamo ad un uso moderato (il classico bicchiere a pasto o la birretta serale al pub) dato che l'etilismo è dannoso comunque, e non c'è davvero alcun bisogno di ricorrere a spiegazioni esoteriche per comprenderlo. Con tutta probabilità, l'attrazione o repulsione nei confronti dell'alcool avviene in modo spontaneo a seconda della fase che si sta attraversando, salvo i casi in cui, per scelta consapevole, un soggetto decida di non seguire la normale evoluzione prevista per l'umanità. Sempre secondo i nostri riferimenti esoterici, infatti, il piano evolutivo umano prevede anche la possibilità di non seguirlo fino in fondo, e quindi una possibile futura scissione tra una parte dell'umanità che segue l'evoluzione 'regolare' e un'altra che ne segue una diversa. Questo peraltro è già accaduto nell'onda di vita angelica, quando le entità luciferiche e ahrimaniche si sono separate dalle loro compagne per seguire un altro tipo di percorso. Un evento simile che riguarda l'umanità è evidentemente ancora molto lontano nel tempo, tuttavia già da adesso ci potrebbe essere chi getta i semi di quella possibile, futura scissione.

venerdì 25 dicembre 2009

DAL DIVINO ALL'UMANO E RITORNO

La festa del Natale ci fornisce lo spunto per tornare su un tema di cui abbiamo più volte parlato, ma che vale sempre la pena richiamare di tanto in tanto data la sua importanza. Secondo varie fonti esoteriche, il percorso evolutivo dell'umanità prevede prima un graduale inserimento sempre più profondo nel mondo fisico-materiale, e poi un altrettanto graduale percorso inverso di ritorno alle fonti spirituali originarie ma ovviamente con in più tutte le qualità acquisite proprio grazie alla dura esperienza nella densità del mondo fisico. Quindi l'umanità, dopo esser stata creata da entità spirituali superiori e da queste accompagnata e accudita nelle sue prima fasi di esistenza (a questo le varie Tradizioni si riferiscono quando parlano di un'antichissima epoca paradisicaca), è stata successivamente lasciata libera di acquisire esperienza nel mondo fisico in modo sempre più profondo, con tutte le difficoltà che questo comporta a cominciare dalla conoscenza della dualità Bene-Male che rappresenta il prezzo dell'ottenimento del libero arbitrio. Una volta acquisita la libertà e l'esperienza necessaria nel mondo fisico, il processo poi si inverte e l'umanità ritorna gradualmente ad avvicinarsi alla sua fonte spirituale d'origine. La Caduta di cui parlano le Tradizioni si riferisce appunto alla sempre più profonda immersione nel mondo materiale, un processo che secondo molti sarebbe attualmente arrivato alla sua fase culminante.

Evento-chiave di questo processo di Caduta e successiva Rinascita è l'incarnazione fisica del Cristo, in cui un'elevatissima entità spirituale strettamente legata all'evoluzione umana si incarna essa stessa rappresentando così l'umanizzazione del divino. A questo deve però seguire il processo inverso di divinizzazione dell'umano, attraverso lo sviluppo dentro ogni singolo uomo delle qualità divine del Cristo. L'energia cristica che si è legata alla Terra proprio in conseguenza di quell'incarnazione fisica del tutto speciale è il carburante che può permetterci di invertire il processo e far sorgere il divino dentro di noi. In questo senso andrebbe intesa la figura del Salvatore, che peraltro è presente in molte altre Tradizioni spirituali oltre a quella cristiana.

Attualmente, dicevamo, secondo alcune fonti ci troviamo in prossimità del punto in cui l'umanità nel suo complesso si appresta ad invertire il processo di Caduta per iniziare quello di ritorno alla spiritualità. Questo significa che, siccome non tutti i singoli umani si trovano allo stesso stadio evolutivo, una parte dell'umanità è già sulla via del ritorno, altri si trovano al giro di boa ed altri invece devono ancora raggiungere il culmine della Caduta. Viviamo infatti un'epoca di aspre contraddizioni, tra un evidente risveglio spirituale che si nota in settori via via più ampi della popolazione e un sempre più radicale affermarsi anche di una mentalità fortemente materialistica tutta tesa all'acquisizione di potere e beni materiali a tutti i costi. Le caratteristiche del percorso che l'umanità ha scelto di sperimentare, e che ci sono state rivelate dagli esoteristi, tuttavia ci pare che spieghino in modo soddisfacente queste contraddizioni, e al tempo stesso ci danno anche la fiducia e la forza per affrontare questa difficile fase ed operare positivamente per un presente e un futuro basato su ideali e valori superiori, sapendo che abbiamo tutto il sostegno e i mezzi necessari.

giovedì 17 dicembre 2009

NON SOTTOVALUTARE LA QUADRATURA SATURNO-PLUTONE

E' da poco che si è formata, e già comincia a farsi notare la quadratura Saturno-Plutone di cui abbiamo più volte parlato nei giorni scorsi. Tra i primi a farne le spese, il premier Silvio Berlusconi, che non a caso avevamo indicato, nel resoconto sui transiti di Dicembre, tra i più probabili bersagli della critica configurazione, a causa della posizione del suo Sole e del suo Ascendente di nascita finiti in mezzo al fuoco incrociato dei due 'signori del karma'. Sull'estrema criticità di questo tipo di combinazioni astrali, in particolare riguardo alle posizioni di potere (Plutone) e responsabilità (Saturno) e al relativo uso, abbiamo già mostrando una serie di esempi alquanto espliciti.

Tutto questo per dire che i rischi che comporta questa quadratura in atto non andrebbero sottovalutati. E' nell'ordine naturale delle cose che chi sta più in alto nella scala di poteri e responsabilità dia un esempio, e che chi sta più in basso tenda a seguire quell'esempio, qualunque esso sia. Quindi i cittadini, consciamente o meno, tendono a seguire l'esempio dato dai leaders, in particolare nel campo dell'amministrazione pubblica. In un giusto ordinamento, chi sta più in alto dovrebbe star lì perchè è più saggio, più equilibrato e più lungimirante degli altri, non perchè è più furbo o perchè conosce meglio le tecniche di persuasione più o meno occulta, nè perchè è più abile a denigrare l'avversario. In un giusto ordinamento, la politica è un servizio al cittadino, non ai propri interessi personali o dei propri amici, è un laboratorio dove si confrontano idee per il bene del paese e non un insieme di comitati d'affari. Le furberie, l'affarismo senza scrupoli e la mancanza di rispetto per l'avversario non sono cose da grandi uomini. Con l'esempio che stanno dando, i nostri leaders politici di ambo le parti in questi anni hanno fatto diventare il paese una polveriera di tensioni. E quando in cielo si formano certe geometrie astrali, le polveriere possono anche esplodere.

giovedì 10 dicembre 2009

GUERRE ESTERIORI E GUERRE INTERIORI

Speravamo che Barack Obama avesse la decenza di non ritirare il premio Nobel che gli era stato assegnato praticamente sulla fiducia, e che certo non ha dimostrato di aver meritato spedendo al fronte altri 30.000 soldati pochi giorni fa a combattere una guerra ingiustificata e ingiustificabile. Invece il neo-presidente americano si è presentato a ritirarlo ed ha tenuto un discorso in cui in sostanza afferma il principio del fine che giustifica i mezzi. Guerra per ottenere pace, questo il contorsionismo utilizzato da Obama per giustificare il conflitto afghano-irakeno voluto dal suo predecessore e ora proseguito da lui stesso. Per la verità la cosa non ci ha stupiti più di tanto, fin dalla sua elezione avevamo manifestato un certo scetticismo circa la sua reale capacità di operare un cambiamento radicale rispetto agli otto nerissimi anni di presidenza Bush. Il potere reale in America non è infatti nelle mani del presidente, ma di chi l'ha finanziato, e a farlo sono stati i soliti grandi centri di potere economico, quelli che lucrano su tutto guerra compresa.

Ma se passa il concetto di fine che giustifica i mezzi che ha sostanzialmente espresso Obama, e che è identico a quello del suo predecessore Bush, allora si può trovare una giustificazione praticamente a tutto e tutti, compresi Hitler, Stalin e tutti i loro imitatori passati, presenti e futuri. Sicuramente ognuno di loro può citare un qualche fine più o meno 'nobile' a giustificazione di ciò che ha fatto. Ognuno combatte per il suo fine personale e a vincere sarà semplicemente chi ha più armi, questa è la legge della guerra e anche della giungla, che nulla ha a che vedere con i grandi ideali e i valori elevati. La realtà è che secondo noi queste idee che cercano di giustificare la guerra, e che a volte provengono anche da certe correnti spirituali, si basano su un solo fattore, l'istinto di conservazione che è comune a uomini e animali e porta ad avere paura di tutto ciò che è diverso da sè, tutto ciò che non è conosciuto. Da qui derivano tutti i conflitti e i razzismi nelle loro innumerevoli forme, mondiali, nazionali, regionali e individuali. Tutto comprensibile in fondo, ma riteniamo che l'essere umano sia qualcosa di più dell'animale, e che la sua evoluzione dovrebbe portarlo a sviluppare capacità tali da metterlo gradualmente in condizione di comprendere le ragioni dell'altro, di apprezzare le sue peculiarità anzichè temerle soltanto e di rispettarne l'integrità. L'uomo non deve necessariamente restare in balìa delle forze karmiche e degli istinti primordiali in eterno, ma ha la possibilità di avvicinarsi più al divino che all'animalesco. Il fatto che esistano individui di animo nobile ed elevati ideali, dimostra che l'obiettivo è alla nostra portata.

In questo modo potremmo sì arrivare ad un concetto di guerra nobile e giustificata, la guerra interiore che ogni individuo è chiamato a combattere contro tutto ciò che dentro di sè gli impedisce di comprendere, rispettare e apprezzare l'altro nella sua diversità, sviluppando quelle qualità interiori che prima o poi dovranno portarlo a riconoscere l'unità di tutte le cose e la sua origine divina. Una volta compreso questo, non si troverà più alcun motivo per combattere guerre esteriori, ma si combatterà una sola battaglia, che sarà individuale e interiore e che secondo noi è il modo più corretto ed evoluto di intendere il concetto di Guerra Sacra.

mercoledì 2 dicembre 2009

ASTROLOGIA - GLI EVENTI DEL MESE DI DICEMBRE

Ecco le posizioni planetarie per questo mese di dicembre: SOLE in Sagittario, dal 22 in Capricorno; LUNA piena il 2 in Gemelli, LUNA nuova il 16 in Sagittario, LUNA piena ed ECLISSE lunare parziale il 31 in Cancro; MERCURIO in Sagittario, dal 6 in Capricorno, dal 27 retrogrado; VENERE in Scorpione, dal 2 in Sagittario, dal 26 in Capricorno; MARTE in Leone, dal 21 retrogrado; GIOVE in Acquario; SATURNO in Bilancia; URANO retrogrado in Pesci, dal 2 diretto; NETTUNO in Acquario; PLUTONE in Capricorno; CHIRONE in Acquario; NODO LUNARE NORD in Capricorno; LUNA NERA in Acquario.

Diversi sono gli eventi interessanti che si presentano questo mese. Cominciamo dalla fine, cioè dall'eclisse parziale di Luna che si verificherà proprio nella notte del Capodanno, precisamente alle ore 19:23 GMT, un'ora dopo secondo il fuso orario italiano. L'eclisse si verificherà a 10° nel segno del Cancro, e quindi interesserà principalmente tutti i soggetti che hanno pianeti o altri fattori significativi intorno a quel grado della Croce Cardinale (Ariete, Cancro, Bilancia, Capricorno). Secondo i nostri studi, le eclissi possono fungere da fattore di innesco o enfatizzazione quando nel periodo o nei mesi successivi sono presenti transiti importanti, per cui vanno interpretate non solo come fattore a sè stante ma tenendo conto di tutto il contesto astrale presente da qualche settimana prima a qualche mese dopo l'evento. Il giorno 21, esattamente alle ore 17:48 GMT, avremo poi il Solstizio d'Inverno (emisfero nord) o d'Estate (emisfero sud) con l'ingresso del Sole nel segno del Capricorno.

Di grande interesse anche l'aspetto di quadratura che si è già formato tra Saturno e Plutone, un'interazione che vediamo molto legata alla tematica della gestione del potere e delle responsabilità, sia a livello mondiale che individuale. Come abbiamo già mostrato in altri interventi, le configurazioni Saturno-Plutone nel secolo scorso e all'inizio di questo sono coincise con eventi di notevole portata sul piano mondiale proprio in relazione a questi temi, e in particolare all'insorgere di guerre, dittature, rivolte e così via. Sembra che la combinazione di queste due energie spinga in qualche modo a far culminare gli eventi, e considerando l'epoca oscura che stiamo attraversando questo purtroppo consiste spesso in eventi caratterizzati dall'uso irresponsabile del potere, o al richiamo karmico delle sue conseguenze. In altre parole, in epoche come questa tendono ad attivarsi molto più i significati negativi della configurazione che non quelli positivi, a maggior ragione se i due astri si trovano in aspetto di tensione come è il caso della quadratura. In questo mese i punti focali dell'aspetto Saturno-Plutone interesseranno i settori vicini a 3° ancora della Croce Cardinale.

Da notare che tra i soggetti più colpiti dalla configurazione ci sarà anche il Presidente del Consiglio Berlusconi, che ha il Sole a 5° Bilancia e l'Ascendente a cavallo tra fine Vergine e inizio Bilancia e potrebbe presto ritrovarsi a fare i conti con il suo karma. Da notare inoltre che sarà proprio sotto l'influsso sinistro di questa quadratura che entrerà in vigore il Trattato di Lisbona, che secondo alcuni osservatori indipendenti potrebbe essere l'anticamera di una sorta di dittatura oligarchica eurocratica esercitata da soggetti che nessuno ha eletto, ma che sovrasterà i governi nazionali europei riducendo la democrazia parlamentare nazionale a una pura formalità. Ed è sempre sotto questo influsso che il neo-presidente americano Obama si appresta ad inviare in Afghanistan ulteriori 30mila soldati (chiedendo di fare altrettanto agli alleati), tradendo le aspettative di tutti coloro che speravano di vedere un netto cambio di rotta sulla sciagurata guerra afghano-irakena voluta dal suo predecessore. Come estrema beffa, nei prossimi giorni Obama dovrebbe pure ritirare il Premio Nobel per la Pace che gli è stato incautamente assegnato, e che a questo punto sarebbe giusto revocargli, sperando in alternativa che il presidente USA abbia almeno la dignità di non ritirarlo. Ma si sa, in epoche come il Kali-Yuga dove i valori vengono capovolti, dobbiamo aspettarci anche che le guerre vengano definite 'missioni di pace' e che si consegni il Nobel per la Pace a chi ha appena spedito 30mila soldati al fronte.

Chiuso questo lungo capitolo sulla quadratura Saturno-Plutone, ma che pensiamo farà parecchio parlare di sè nel prossimo futuro, parliamo adesso di Marte che in questo mese effettuerà il primo dei due stazionamenti nel segno del Leone, precisamente sul grado 19. Altro evento di grande interesse considerando anche che, dalla parte opposta in Acquario, si troveranno Giove, Chirone e Nettuno. Entrano quindi in gioco i grandi ideali e i valori della congiunzione Giove-Nettuno acquariana, ma messi di fronte all'impeto aggressivo e determinato di un Marte in segno di Fuoco. Cosa ne uscirà non sappiamo, ma certamente si tratta di una combinazione ad alto rischio di fanatismo ed estremismo. I soggetti interessati, quelli che hanno pianeti o altri fattori intorno a 21° della Croce Fissa (Toro, Leone, Scorpione, Acquario), potranno sentire l'impulso ad affermare con inusuale forza e convinzione i propri ideali e valori. Ovviamente questo non è necessariamente un male, anzi potrebbe anche essere un'opportunità se si trattasse di valori elevati applicati a scopi costruttivi, ma coi tempi che corrono il rischio di un'escalation fanatica e conflittuale è alto. Sarà comunque responsabilità di ognuno dare il meglio di sè anzichè il peggio. Si noti, tanto per fare un esempio, che questa configurazione sta attualmente transitando nei pressi dell'asse Ascendente-Discendente del già citato Barack Obama, con Marte esattamente sull'Ascendente.

Restano da segnalare altre due inversioni di moto, quella di Urano che riprende moto diretto e quella di Mercurio che invece invertirà a retrogrado con un breve stazionamento a 21° Capricorno, proprio mentre su quel punto si troverà a transitare il Nodo Lunare Nord. Questa combinazione avrà sicuramente un forte significato per chi nascerà nell'ultima decade del mese, in quanto indicherà la presenza di una importante tematica karmica connessa ai valori mercuriani. Come aspetto di transito potrà fungere inoltre da richiamo di situazioni di origine karmica per chi sarà interessato, vale a dire coloro che hanno pianeti o altri fattori intorno a 21° della Croce Cardinale.

Concludiamo con la visibilità dei pianeti in cielo. Dopo il tramonto del Sole è ancora ben visibile Giove intorno sud-ovest, poi più verso ovest col passare delle ore fino al suo tramonto intorno alle 21. Mentre Giove tramonta, dalla parte opposta sorge Marte, che resterà visibile per tutta la notte salendo da est gradualmente verso sud. Dopo le ore 1 sorgerà anche Saturno, che seguirà lo stesso percorso di Marte col passare delle ore, mentre Venere non sarà osservabile restando per tutto il mese nelle vicinanze del Sole. Mercurio sarà un po' più distante dal Sole raggiungendo un'elongazione di circa 18-19°, ma difficilmente sarà sufficiente a permetterne un'agevole visibilità.

lunedì 23 novembre 2009

CORSO DI ASTROLOGIA DA GENNAIO A MODENA

A Gennaio 2010, a partire da giovedì 21 o sabato 23, inizierà a Modena un Corso di Astrologia di 1° livello, denominato ASTROLOGIA SCIENZA UMANA E CELESTE, organizzato dall'Associazione LaRoseNoire e tenuto da Elisabeth Mantovani, pittrice, astrologa, esperta di Tarocchi e studiosa di Kabalah. Conosciamo l'insegnante come persona seria e preparata, che svolge il suo lavoro con grande passione e dedizione, e pertanto ci sentiamo di raccomandare questo Corso a tutti coloro che vogliono iniziare a studiare seriamente la materia. Il Corso si articolerà in 9 lezioni di 2 ore circa ciascuna, e si svolgerà presso la Sede dell'Associazione. Al termine sarà consegnato un Attestato di partecipazione. Per tutte le informazioni sui dettagli e le iscrizioni mandare una email all'indirizzo info@larosenoire.it , oppure chiamare il numero 339-1196575.

venerdì 13 novembre 2009

COME IL COSMO RISUONA NELL'ESSERE UMANO

L'uomo ha sempre percepito un misterioso quanto profondo legame con il Cosmo che lo circonda, e lo percepisce anche oggi nonostante lo stile di vita caotico e frenetico che lascia ben poco spazio all'introspezione, alla meditazione e all'osservazione degli astri. Ancora oggi, quando si vuole cercare ispirazione profonda o si vuole trovare un po' di pace interiore, non c'è niente di più adatto che osservare nel silenzio della notte un cielo stellato in una zona tranquilla. Chiunque abbia studiato seriamente l'Astrologia, sa bene che questi misteriosi legami tra il Cosmo e l'uomo appaiono ben evidenti attraverso lo studio dei transiti dei pianeti sulle loro posizioni di nascita individuali.

Il ben noto fenomeno fisico della risonanza acustica 'per simpatia' può aiutarci a spiegare come avviene questo legame. Alcuni strumenti musicali sono dotati di un doppio sistema di corde, uno solo delle quali viene suonato direttamente dall'esecutore, mentre le corde del secondo sistema non vengono toccate ma vibrano 'per simpatia', entrando cioè in risonanza essendo accordate secondo certe note 'simpatiche' rispetto a quelle del primo sistema. Questo è appunto il fenomeno della risonanza, la seconda corda è risuonata perchè accordata in modo da essere predisposta a suonare alla stessa frequenza o a una frequenza 'simpatica', dove questa 'simpatia' è data da ben precisi rapporti numerici tra le frequenze. I suoni sono infatti frequenze vibratorie che si misurano in cicli al secondo, e i valori di queste frequenze creano risonanze con altre frequenze sulla base dei suddetti rapporti numerici. Ma anche ogni oggetto ed ogni essere vivente ha una sua frequenza individuale, che può risuonare o meno con altre frequenze. Un altro noto esperimento, ad esempio,. è quello del violino e del bicchiere: se il violino suona una certa nota e quindi una ben precisa frequenza, e solo quella, il bicchiere entra in risonanza e si spacca, pur non essendo stato toccato.

Sempre restando nel campo dell'acustica, chi ha frequentato studi di registrazione avrà notato che gli angoli formati dalle pareti non sono mai di 90° come in tutte le case, ma vengono modificati in modo da diventare di 120°. Questo perchè l'angolo di 120° permette al suono di diffondersi in maniera più armoniosa rispetto a quello di 90°. Tutti gli appassionati di hi-fi sanno inoltre che il modo ottimale per ascoltare musica è quello di formare un triangolo equilatero (angoli di 120°) tra le due casse acustiche e l'ascoltatore. E non è certo un caso se in Astrologia l'aspetto di trigono, (angolo di 120°), è considerato l'aspetto armonico per eccellenza, mentre il quadrato (angolo di 90°) è invece quello dissonante per eccellenza. Quindi, nel Cosmo come sulla Terra, la qualità di un evento è determinata da misure, proporzioni e rapporti numerici, sempre gli stessi, e certi rapporti numerici generano risonanze che mettono in comunicazione entità o oggetti diversi.

Anche se oggi non esiste ancora una teoria scientifica specifica che spieghi come avvengono fisicamente gli influssi astrologici, sulla base di queste leggi possiamo immaginarcela. Il moto dei pianeti genera frequenze e rapporti numerici rispetto alle frequenze individuali di esseri viventi e oggetti, e quando si generano delle risonanze il macrocosmo astrale entra in comunicazione stretta con il microcosmo individuale, che risuona in un modo o nell'altro a seconda del tipo di rapporto numerico generato. Così come due note musicali possono interagire armonicamente o disarmonicamente a seconda della rispettiva frequenza, e quindi del loro rapporto numerico, generando assonanze o dissonanze, la musica suonata dalla danza planetaria nel sistema solare può generare assonanze o dissonanze con la musica generata dal campo di energia del singolo soggetto o oggetto. La qualità di questo campo energetico individuale la possiamo leggere dalla carta astrale di nascita, che è a sua volta uno schema grafico che mostra misure, proporzioni e rapporti numerici, mentre la qualità dell'interazione tra Cosmo e individuo in un dato momento la possiamo leggere nella carta astrale che compara le posizioni dei pianeti in transito con quelle dei pianeti di nascita.

Ciò che abbiamo appena esposto non deve però portarci a pensare che tutto questo sia un meccanismo già prederminato e che noi siamo dei soggetti inermi in balia degli eventi generati da questo meccanismo. Il bello della cosa è che, sia nel Macrocosmo che nel Microcosmo, le frequenze sono generate da pensiero, sentimento e volontà, e quindi possono cambiare a seconda del cambiare di pensieri, sentimenti e volontà. Gli insegnamenti esoterici più profondi affermano infatti che ovunque ci sia radianza, pulsazione, movimento e ritmo c'è vita spirituale, e quindi ciò che noi vediamo come stelle, pianeti e corpi celesti non è altro che l'effetto esteriore della vita di entità spirituali pensanti che operano nel Cosmo. Sono quindi i pensieri cosmici che determinano l'attività stellare e planetaria, e questi pensieri possono cambiare tant'è vero che le stelle nascono e muoiono, si modificano, i pianeti possono cambiare orbita e talvolta si scontrano. Allo stesso modo, anche l'uomo pensa e pertanto può cambiare la propria frequenza e le relative risonanze modificando i propri pensieri. In altre parole, nulla è prederminato ma tutto fa capo al libero pensiero e quindi al libero arbitrio, tanto in Cielo quanto in Terra. La nostra esistenza è nelle nostre mani e possiamo farla risuonare con le frequenze che vogliamo, abbiamo la possibilità di essere gli autori della nostra musica e questa ci pare che sia una buona notizia.

domenica 8 novembre 2009

SATURNO IN BILANCIA: TEMPI E MODI

Torniamo oggi a parlare dell'interessante transito di Saturno nel segno della Bilancia. Dopo aver trattato dei significati simbolici e degli aspetti pratici dell'evento, stavolta analizziamo i tempi e i modi in cui il pianeta attraverserà il suo segno di esaltazione, con particolare attenzione naturalmente agli anelli di sosta e agli aspetti che formerà con gli altri pianeti lenti. Saturno è entrato nella Bilancia nel pomeriggio del 29 ottobre scorso, e sta già formando una configurazione molto interessante e importante con Plutone in quadratura, di cui abbiamo già detto diverse cose nel resoconto sui transiti complessivi di novembre.

Come hanno mostrato gli esempi che abbiamo descritto in quell'intervento, sembra che queste configurazioni Saturno-Plutone coincidano frequentemente con eventi di portata mondiale relativi all'uso del potere e dell'autorità da parte di chi queste cose le detiene o ha la possibilità di detenerle. Tutto ciò del resto ben si allinea ai significati dei due astri coinvolti, con Plutone rappresentativo del potere personale e Saturno dei valori etici e morali che guidano l'uso del potere stesso. Considerando che attualmente, secondo diverse tradizioni esoteriche, viviamo nella fase finale del Kali Yuga (l'Era Oscura) o comunque siamo ancora sotto il suo influsso, è purtroppo molto facile che in coincidenza del formarsi di queste configurazioni l'umanità si ritrovi a sperimentare gli aspetti peggiori dei simbolismi sopra descritti, e gli esempi mostrati nell'intervento precedente ci pare lo dimostrino in modo molto eloquente. Guerre mondiali, sorgere di dittature e dittatori fino all'11 settembre, questi sono gli eventi di portata mondiale che hanno impresso il marchio delle configurazioni Saturno-Plutone dall'inizio del XX secolo ad oggi. Dovremo per forza sperimentare qualcosa di simile anche questa volta? Naturalmente non è detto, ma il rischio esiste e qualcuno sente già odor di dittatura strisciante sfogliando le pagine del Trattato di Lisbona, destinato ad entrare in vigore in questi mesi sotto l'influsso della quadratura Saturno-Plutone.

I due astri resteranno in quadratura tra loro in un primo tempo fino a marzo del 2010, poi la configurazione di interromperà per qualche tempo a causa della retrocessione di Saturno nella Vergine. Tutto questo ovviamente non prima che Saturno abbia effettuato il suo primo stazionamento, che avverrà a gennaio 2010 a 4° Bilancia. Questo è il primo, importante punto cruciale da considerare, dato che il pianeta stazionerà a lungo in quella posizione, e lo farà quadrando Plutone situato nel Capricorno. A livello individuale gli influssi interesseranno principalmente chi ha pianeti o fattori significativi situati intorno a 4° della Croce Cardinale (Ariete, Cancro, Bilancia, Capricorno), e presumibilmente si tratterà di influssi potenzialmente critici se dovessero essere toccate configurazione radix per loro natura difficili. Come sempre però ogni aspetto critico contiene in sè anche un importante potenziale evolutivo, ma a patto che lo si sappia utilizzare attivamente e costruttivamente.

Dopo lo stazionamento a 4° Bilancia, Saturno retrocederà lentamente fino a rientrare nel segno della Vergine il 7 aprile 2010, dove effettuerà il suo secondo stazionamento sul grado 27 alla fine di maggio. Riflettori puntati questa volta intorno agli ultimi gradi della Croce Mobile (Gemelli, Vergine, Sagittario, Pesci), e ancora con il concorso di un altro pianeta lento, vale a dire Urano che sarà in opposizione a cavallo tra Pesci e Ariete. Altra configurazione di difficile gestione, tra opposte spinte conservative e innovative tra le quali bisognerà trovare un bilanciamento per evitarne il conflitto. L'opposizione Saturno-Urano resterà attiva fino ad agosto, spostando il suo fulcro leggermente più avanti proprio a cavallo tra Vergine-Bilancia da una parte e Pesci-Ariete dall'altra, poi si scioglierà con l'avanzare di Saturno e il contemporaneo retrocedere di Urano. Riacquistato moto diretto, il pianeta dagli anelli rientrerà in Bilancia il 21 luglio. Attenzione però che in quel periodo Saturno, Urano e Plutone, a quali si aggiungerà anche Giove stazionante all'inizio dell'Ariete, saranno in posizione tale da attivare un quadrato a T dal potenziale davvero dirompente, che si scaricherà in particolare sugli ultimi gradi della Croce Mobile e i primi della Croce Cardinale, e parliamo del periodo compreso tra giugno e ottobre 2010.

Da novembre 2010 Saturno riprenderà a procedere più spedito, avanzando fino a raggiungere il suo secondo punto di stazionamento in Bilancia, sul grado 17 con inversione di moto a retrogrado il 26 gennaio 2011. Saranno quindi i settori intorno al suddetto grado della Croce Cardinale a risentire maggiormente dell'influsso saturniano nell'inverno 2010-2011, ma questa volta il pianeta agirà da solo e farà sentire in modo più morbido e gestibile la sua energia anche sui settori posti intorno a 17° dei segni in trigono o sestile (Gemelli, Acquario, Sagittario, Leone). Una volta invertito il moto, Saturno retrocederà fino a 10° Bilancia, che sarà il nuovo punto di stazionamento con inversione di moto a diretto il 13 giugno 2011. Anche se per poco, questa volta Urano e Plutone non saranno in aspetto sufficientemente stretto da attivare un nuovo criticissimo quadrato a T, tuttavia in alcuni casi individuali la presenza di pianeti radix fra 3 e 10 gradi della Croce Cardinale potrebbe fare da ponte a riattivare di nuovo la configurazione durante l'estate 2011, quindi attenzione! Certi invcece gli influssi saturniani intorno al grado 10 della stessa Croce, e con modalità più 'facili' intorno allo stesso grado dei già citati segni situati in trigono o sestile.

Tornato diretto, Saturno riattraverserà il secondo decanato della Bilancia e poi quasi tutto il terzo, fermandosi proprio sul grado 29, l'ultimo, per effettuare un nuovo stazionamento con inversione di moto a retrogrado il 7 febbraio del fatidico, o supposto tale, anno 2012. I punti focali saranno quelli situati tra gli ultimi gradi della Croce Cardinale e i primi della Croce Fissa (Toro, Leone, Scorpione, Acquario). Di nuovo Saturno si troverà ad interagire con un altro pianeta lento, questa volta Nettuno e attraverso un più rassicurante aspetto di trigono. A quell'epoca Nettuno avrà appena fatto il suo ingresso nel suo segno di domicilio dei Pesci, e questo potrebbe forse rappresentare qualcosa di interessante sul piano dell'evoluzione spirituale e idealistica dell'umanità. Saturno in trigono potrà aiutare a rendere più concreti e operativi i nuovi valori eventualmente portati dall'ingresso di Nettuno in Pesci, e auguriamoci che questo possa significare qualcosa di nuovo e migliore dopo questi travagliati anni di conflittualità esasperata e devastante crisi di valori.

Il trigono Saturno-Nettuno tuttavia si scioglierà già a marzo per via dell'opposta direzione di moto dei due astri, dopodichè Saturno continuerà a retrocedere fino a raggiungere un nuovo punto di stazionamento, con inversione di moto a diretto il 25 giugno 2012 a 22° Bilancia. Questa volta non ci saranno interazioni con altri pianeti lenti, quindi Saturno farà sentire i suoi influssi allo stato puro sui settori intorno a 22° della Croce Cardinale, e in manierà più facilmente gestibile sugli stessi gradi dei segni in trigono o sestile. Ripreso moto diretto, Saturno avanzerà nuovamente attraversando il secondo e il terzo decanato della Bilancia, segno dal quale si congederà nella serata del 5 ottobre 2012, quando entrerà in Scorpione. Complessivamente l'attraversamento della Bilancia sarà durato poco più di 35 mesi, ai quali bisogna però toglierne poco meno di 4 per via del rientro momentaneo in Vergine nel 2010. In totale quindi poco più di due anni mezzo, veramente intensi date le numerose interazioni con altri pianeti lenti, e il più delle volte attraverso configurazioni ad alta energia.

lunedì 2 novembre 2009

ASTROLOGIA - GLI EVENTI DEL MESE DI NOVEMBRE

Ecco le posizioni planetarie per questo mese di novembre: SOLE in Scorpione, dal 22 in Sagittario; LUNA piena il 2 in Toro, LUNA nuova il 16 in Scorpione; MERCURIO in Scorpione, dal 16 in Sagittario; VENERE in Bilancia, dall'8 in Scorpione; MARTE in Leone; GIOVE in Acquario; SATURNO in Bilancia; URANO retrogrado in Pesci; NETTUNO retrogrado in Acquario, dal 5 diretto; PLUTONE in Capricorno; CHIRONE in Acquario; NODO LUNARE NORD in Capricorno; LUNA NERA in Acquario.

L'evento astrologico di questi giorni, e quindi anche di questo mese entrante, è certamente l'ingresso di Saturno nel suo segno di esaltazione, la Bilancia. Appena entrato nel segno, Saturno forma subito un aspetto assai critico con Plutone, che dal Capricorno viene a trovarsi in quadratura. Le configurazioni Saturno-Plutone sono tanto importanti quanto critiche, e difatti, andando indietro nel tempo, le ritroviamo in coincidenza con avvenimenti assai forti a livello mondiale. Troviamo ad esempio una congiunzione nel 1914 allo scoppio della prima guerra mondiale, una quadratura nel 1922 in occasione dell'ascesa al potere di Stalin in URSS e della Marcia su Roma in Italia, un quinconce nel 1934 quando Hitler assume la carica di Capo dell Stato diventando Fuehrer, una quadratura nel 1939 allo scoppio della seconda guerra mondiale, una congiunzione nel 1948 alla nascita dello Stato di Israele, un'opposizione nel 1965 quando gli USA iniziano a bombardare il Vietnam, un quinconce nel 1968 in occasione del Maggio francese e della brutale repressione della Primavera di Praga; più recentemente troviamo un'opposizione al crollo delle Twin Towers l'11 settembre 2001 e al conseguente inizio dell'operazione Enduring Freedom in Afghanistan, e fermiamoci qui perchè ci pare che sia abbastanza per rendere l'idea.

L'attuale quadratura tra i due pianeti resterà attiva fino a marzo 2010, si prenderà una pausa primaverile-estiva con la retrocessione di Saturno nella Vergine, poi si riformerà nuovamente in agosto per concludersi ad ottobre sempre del 2010, con l'avanzare di Saturno ritornato diretto. La configurazione interesserà in questo mese (e anche i successivi fino a marzo 2010) i settori che comprendono i primi gradi della Croce Cardinale (Ariete, Cancro, Bilancia, Capricorno), e certo non mancherà di farsi sentire anche a livello individuale sui soggetti che hanno pianeti o fattori astrologicamente significativi in quei settori. Data la valenza dei pianeti coinvolti e della quadratura, il periodo è potenzialmente critico o comunque di non facile gestione, in particolare se dovessero essere attivate configurazioni radix 'scomode'.

Nel corso del mese Nettuno riprenderà moto diretto, e come sempre lo farà con estrema lentezza stazionando per l'intero periodo sul grado 23 dell'Acquario, sempre in compagnia di Chirone poco distante. Ai due tornerà poi ad aggiungersi anche Giove, che ha terminato da poco il suo anello di sosta e si trova ora a 17° Acquario, ma riacquistando velocità raggiungerà gli altri due astri nel mese prossimo. Di questa imminente congiunzione a tre abbiamo già detto e ridetto più volte nei mesi scorsi, quindi per ora non diciamo altro ma magari ci rinfrescheremo la memoria nel mese prossimo quando la congiunzione sarà ben più stretta ed efficace. Per ora comunque Nettuno fa sentire i suoi influssi, talvolta poco avvertibili esteriormente ma certamente attivi nel profondo, su chi ha pianeti intorno a 23° della Croce Fissa (Toro, Leone, Scorpione, Acquario), con modalità più favorevoli per quest'ultimo segno e più scorbutiche per gli altri tre, e in modo più morbido e meglio gestibile costruttivamente per gli stessi settori dei segni in trigono o sestile (Bilancia, Gemelli, Sagittario, Ariete). Ricordiamo che Nettuno governa gli ideali, i valori superiori, la spiritualità, l'ispirazione anche artistica, e in negativo le illusioni, le fantasticherie, gli inganni e le morbosità.

Concludiamo con la visibilità dei pianeti in cielo. Giove è e continuerà ad essere visibile per l'intero mese, sempre dopo il tramonto del Sole all'incirca fino alle 22, inizialmente in direzione sud-ovest tendente poi a ovest col passare delle ore. Al tramonto di Giove, dalla parte opposta sorgerà Marte, che gradualmente salirà da est verso sud restando visibile per il resto della notte fino all'alba. Anche Saturno si potrà osservare, ma ad orari quasi proibitivi all'incirca dalle 4 del mattino (un po' prima verso fine mese) fino all'alba in direzione est o sud-est. Mercurio sarà sempre troppo vicino al Sole per essere visibile, e lo stesso vale anche per Venere che è in fase di avvicinamento alla nostra stella, con la quale sarà in congiunzione a gennaio 2010.

martedì 27 ottobre 2009

SATURNO ENTRA IN BILANCIA E... SI ESALTA

Tra un paio di giorni, esattamente il 29 ottobre alle 17:09 GMT, Saturno farà il suo ingresso trionfale nella Bilancia, il suo segno di esaltazione secondo la tradizione tolemaica dalla quale deriva l'Astrologia moderna occidentale. L'evento è di quelli importanti in quanto il pianeta dagli anelli transita in ogni segno zodiacale per circa due anni e mezzo, un periodo evidentemente abbastanza lungo per operare in modo assai incisivo sul segno transitato. Essendo la Bilancia uno dei segni più affini alle tematiche e ai valori associati al pianeta, ci sarà da aspettarsi un'azione particolarmente significativa e interessante dal punto di vista astrologico.

Nell'ambito della vita e dell'attività umana Saturno governa il senso di responsabilità, il realismo, la concretezza, il senso della misura, la pazienza e la perseveranza; il suo contributo è necessario per trasformare l'idea in qualcosa di tangibile e operativo; dove c'è Saturno ci sono lavoro, fatica, prove da affrontare e ostacoli da superare, ma anche la realizzazione finale e la conquista della vetta se si è operato con sufficiente perizia e costanza. Nel corpo fisico governa principalmente le ossa e i denti, nonchè tutti i processi di densificazione e consolidamento; è associato al freddo e a tutto ciò che comporta decrescita, contrazione, restrizione. Quando transita in aspetto a un pianeta individuale o in una casa, Saturno mette alla prova ciò che quel pianeta o quella casa rappresentano, costringendo, a volte con le buone ma molto più spesso con le cattive, ad eliminare ciò che non è essenziale e a valorizzare ciò che invece lo è, verificando inoltre, talvolta anche in modo brutale, la reale fondatezza e stabilità di una situazione. Ciò che non va viene impietosamente evidenziato e il soggetto è praticamente costretto ad affrontarlo. Spesso è infatti sotto l'influsso di un transito saturniano che certe relazioni vanno in crisi, certi progetti falliscono, certe imprese crollano. Ma se la severa prova viene superata, la situazione potrà uscirne rafforzata e consolidata; in caso contrario, di quel bel castello di carta non rimarranno che le rovine.

Le modalità di solito piuttosto dure con cui un transito significativo di Saturno rimette in gioco le situazioni, hanno determinato la fama di "grande malefico" che la tradizione astrologica ha attribuito a questo pur splendido pianeta circondato da spettacolari anelli. In realtà, osservando i fatti con un po' di distacco e obiettività, si noterà che gli interventi di Saturno sono tanto più spiacevoli quanto più il soggetto ignora i valori e i significati associati al pianeta. Di regola è solamente quando si vive una certa situazione in modo irresponsabile, irrealistico, eccessivo o un po' troppo sopra le righe che Saturno interviene in modo pesante facendo brutalmente ritornare il soggetto con i piedi per terra, mentre chi è abituato a fare dei valori saturniani il proprio stile di vita non ha davvero da temere granchè dai suoi transiti. Al contrario, in questi casi Saturno può favorire la realizzazione di idee e progetti e il raggiungimento di obiettivi elevati, pur richiedendo sempre impegno e fatica. Per il momento ci fermiamo qui, ma nei prossimi giorni torneremo a parlare di questo lungo e interessante transito di Saturno nella Bilancia, esaminando nei dettagli tempi e modi delle sue fasi salienti a cominciare dagli anelli di sosta e dagli aspetti che formerà con altri pianeti lenti.

domenica 18 ottobre 2009

ASTROLOGIA - LUNGO TRANSITO DI MARTE IN LEONE

Di regola il cambio di segno di Marte non costituisce un evento particolarmente eclatante in Astrologia, se non altro perchè il pianeta rosso, chre si muove rapidamente lungo l'eclittica, cambia segno piuttosto frequentemente, all'incirca una volta ogni mese e mezzo. In questo caso però non sarà così, questa volta Marte transiterà nel segno del Leone per ben otto mesi, effettuando un anello di sosta con due stazionamenti entrambi nel segno. L'influsso del pianeta sarà quindi molto più insistente e incisivo del solito su alcuni settori dello Zodiaco che andremo a individuare con precisione tra poco. Ricordiamo innanzitutto che Marte in Astrologia rappresenta l'istinto all'azione e all'autoaffermazione, governa gli istinti, le passioni, l'eros, l'aggressività e la volontà. Un potente influsso marziano ben gestito può quindi stimolare notevolmente lo spirito di iniziativa, l'intraprendenza e le capacità realizzative, infondendo energia, forza e passione in tutto ciò che si fa, e anche la carica erotica può risultare particolarmente esuberante. Se invece l'energia marziana non viene gestita correttamente, l'esaltazione anomala degli istinti e dell'aggressività propria o altrui può innescare situazioni pericolose e potenzialmente violente per il soggetto o per chi ha a che fare con lui.

Vediamo allora nei dettagli i tempi e i modi in cui si manifesterà questo lungo e importante transito di Marte in Leone, che tra l'altro, essendo un segno di Fuoco, ha qualità e caratteristiche affini al pianeta e quindi ne enfatizzerà in qualche modo l'azione. Marte ha fatto il suo ingresso in Leone nel pomeriggio del 16 ottobre, e per ora procede abbastanza speditamente come suo consueto, ma già da novembre comincerà a perdere velocità, avanzando via via più lentamente fino a raggiungere il suo primo punto di stazionamento a dicembre, con sosta a 19° Leone e inversione di moto a retrogrado il giorno 20. Sarà quindi su questo grado del segno che Marte insisterà in modo particolarmente incisivo, dato che oscillerà nei suoi pressi per tutto il mese di dicembre 2009 e parte di gennaio 2010. L'influsso più potente lo riceverà ovviamente chi ha pianeti o fattori significativi intorno a 19° Leone, e in misura più attenuata ma meglio gestibile anche chi ha pianeti situati negli stessi gradi dei segni posti in trigono o sestile (Ariete, Sagittario, Bilancia, Gemelli); potenziali rischi o comunque energie non facilmente gestibili invece per chi ha pianeti negli stessi gradi dei segni posti in opposizione o quadratura (Acquario, Toro, Scorpione).

Dopo lo stazionamento di dicembre, Marte procederà retrogrado per tutto gennaio e febbraio 2010, fino a raggiungere il suo secondo punto di stazionamento a marzo proprio a 0° Leone, dove inizia il segno, con inversione di moto a diretto il giorno 10. Il pianeta riverserà quindi il suo potente influsso in modo particolarmente incisivo e insistente sui settori zodiacali compresi tra gli ultimi gradi del Cancro e i primi del Leone. Anche qui valgono le stesse regole già esposte riguardo al primo stazionamento, e quindi gli influssi focosi e passionali dell'astro si estenderanno anche ai settori posti in trigono o sestile (fine Pesci-inizio Ariete, fine Scorpione-inizio Sagittario, fine Vergine-inizio Bilancia, fine Toro-inizio Gemelli) con modalità più attenuate ma meglio gestibili, mentre sarà potenzialmente a rischio l'influsso che interesserà i settori zodiacali situati in opposizione o quadratura (fine Capricorno-inizio Acquario, fine Bilancia-inizio Scorpione, fine Ariete-inizio Toro). Questo secondo stazionamento sarà attivo all'incirca dall'ultima settimana di febbraio fino alla prima di aprile.

Terminato l'anello di sosta, Marte riacquisterà gradualmente velocità e riattraverserà nuovamente tutto il segno del Leone con moto diretto fino al 7 giugno 2010, quando farà il suo ingresso nel successivo segno della Vergine, dopo ben 8 mesi. Durante questo lungo attraversamento del Leone, il pianeta rosso interagirà in modo significativo con Giove e Nettuno, che stanno già ora transitando nell'opposto segno dell'Acquario. L'aspetto di opposizione che verrà a formarsi non è ovviamente dei più facili da gestire, e pertanto ci vorrà molta perizia e capacità di controllo di sè per utilizzare l'influsso in modo costruttivo. In caso contrario, potrà facilmente manifestarsi la tendenza ad eccessi di esuberanza (opposizione con Giove) o di fanatismo (opposizione con Nettuno), esercitata o subita a seconda dei casi. Marte sarà opposto a Giove all'incirca dall'ultima settimana di novembre fino a Natale, mentre sarà opposto a Nettuno una prima volta durante il suo primo stazionamento a 19° Leone (con orbita di aspetto un po' larga, per la verità), e una seconda volta nell'ultima fase del suo transito nel segno, vale a dire nell'ultima settimana di maggio e nella prima di giugno 2010.

martedì 6 ottobre 2009

ASTROLOGIA - L'ARRESTO DI ROMAN POLANSKI


Torniamo ancora a parlare dell'opposizione Saturno-Urano, mostrando un ulteriore esempio che ne dimostra la forza potenzialmente dirompente quando va a toccare punti importanti del tema natale individuale. Prendiamo spunto questa volta dall'episodio che ha riguardato il famoso regista Roman Polanski, arrestato inaspettatamente il 26 settembre scorso a Zurigo (dove si era recato per ricevere un premio), in conseguenza di un'accusa di stupro nei confronti di una ragazza 13enne che risale a più di trent'anni fa (era il 1977, in America). Vicenda controversa (lui ammette il rapporto illegale ma non la violenza) alle cui conseguenze giudiziarie Polanski cercò di sfuggire andandosene dagli Stati Uniti e non tornandoci più. Tuttavia, proprio in coincidenza con alcuni transiti planetari che vedremo tra poco, quella vecchia vicenda è tornata a galla ed ora il regista rischia l'estradizione e il giudizio.

Come dicevamo, dal punto di vista astrologico l'opposizione Saturno-Urano attualmente in atto ha avuto un ruolo-chiave in questo evento che nessuno, e men che meno Polanski, si aspettava. I due astri hanno infatti toccato la congiunzione natale Venere-Giove, situata nella critica 12a casa del regista franco-polacco. Venere come si sa è il significatore del femminile e dell'affettività, mentre la 12a casa è legata alle vicende di natura karmica. Inoltre nel quadro natale di Polanski sia Saturno che Urano sono alquanto mal disposti, in particolare Urano nella 7a casa (relazioni) che forma opposizione con Marte e quadratura con Luna (altro significatore del femminile) e Plutone. Tutto questo spiega anche la vita relazionale contrassegnata da eventi forti e anche violenti (la sua prima moglie Sharon Tate fu assassinata dalla setta di Charles Manson).

Ecco dunque che con il formarsi di una configurazione critica che va a toccare un punto-chiave del tema natale, un vecchio conto in sospeso riemerge improvvisamente. Ci sono tuttavia anche altri due transiti di notevole importanza che si sono sovrapposti a quelli di Saturno e Urano. Uno riguarda Nettuno che si trova in opposizione esatta al Sole del regista, mentre l'altro interessa invece i Nodi Lunari che hanno formato una quadratura con l'opposizione natale Marte-Urano sull'asse 1a-7a casa, rimettendo in gioco il pesante karma di natura relazionale che Roman Polanski porta con sè, e che indubbiamente ha molto a che vedere con le violente vicende che hanno caratterizzato la sua vita di relazione. Nell'immagine allegata, il quadro natale di Roman Polanski (pianeti interni) e i transiti del 26 settembre 2009 (pianeti esterni).

venerdì 2 ottobre 2009

ASTROLOGIA - GLI EVENTI DEL MESE DI OTTOBRE

Ecco le posizioni planetarie per questo mese di ottobre: SOLE in Bilancia, dal 23 in Scorpione; LUNA piena il 4 in Ariete, LUNA nuova il 18 in Bilancia; MERCURIO in Vergine, dal 10 in Bilancia, dal 28 in Scorpione; VENERE in Vergine, dal 15 in Bilancia; MARTE in Cancro, dal 17 in Leone; GIOVE retrogrado in Acquario, dal 13 diretto; SATURNO in Vergine, dal 30 in Bilancia; URANO retrogrado in Pesci; NETTUNO retrogrado in Acquario; PLUTONE in Capricorno; CHIRONE retrogrado in Acquario; NODO LUNARE NORD in Capricorno; LUNA NERA in Acquario.

Il mese entrante presenta diversi eventi interessanti dal punto di vista astrologico. Prima di tutto segnaliamo il cambio di segno di Saturno, che a fine mese passerà in Bilancia dopo aver transitato nella Vergine per 2 anni e 2 mesi circa. In realtà il pianeta ritornerà brevemente nella Vergine nel 2010 per via del gioco di alternanza tra moto diretto e retrogrado, e soltanto a luglio del prossimo anno si stabilirà in Bilancia dove resterà fino a ottobre 2012. Comunque già ad adesso Saturno effettuerà una sorta di succosa 'anteprima' del transito nel suo segno di esaltazione, con tanto di anello di sosta e stazionamento nel prossimo inverno e formando fin da subito un aspetto tanto interessante quanto potenzialmente critico con Plutone, in quadratura nel Capricorno. Gli aspetti Saturno-Plutone si ritrovano spesso in occasione di eventi forti a livello mondiale, ma naturalmente si fanno sentire anche a livello individuale. Nel caso specifico sarà interessato, per quanto riguarda questo mese, chi ha pianeti o fattori significativi negli ultimi gradi della Croce Mobile (Gemelli, Vergine, Sagittario, Pesci), dato che Saturno entrerà in Bilancia soltanto a fine ottobre.

Sempre a proposito di Saturno, è al momento ancora in atto l'aspetto di opposizione con Urano, sulla cui notevole criticità abbiamo già mostrato vari esempi e ne mostreremo ancora nei prossimi giorni. L'aspetto va tuttavia indebolendosi gradualmente con l'avanzare di Saturno, ma ci potranno essere ancora dei colpi di coda per chi ha pianeti o fattori significativi all'incirca intorno a 25-26° ancora della Croce Mobile, un settore veramente ad alto rischio in questo periodo data la posizione di alcuni pianeti lenti. La scomodissima opposizione, dopo una pausa di alcuni mesi, tornerà poi ad attivarsi nuovamente nel 2010 con la retrogradazione di Saturno, e saranno ancora gli ultimi gradi della Croce Mobile ad essere interessati, insieme ai primi della Croce Cardinale (Ariete, Cancro, Bilancia, Capricorno) per via dell'interazione con la posizione di Plutone.

In questo mese Giove staziona a 17° Acquario e cambia direzione di moto da retrogrado a diretto. Influssi consistenti quindi intorno al grado 17 del segno, potenzialmente espansivi e più probabilmente favorevoli per l'Acquario stesso ma anche per gli stessi settori dei segni posti in trigono o sestile (Gemelli, Bilancia, Sagittario, Ariete), mentre per Leone, Toro e Scorpione ci sarà da fare i conti con opposizioni e quadrature, e quindi con influssi assai più incerti e talvolta a rischio nonostante la natura tradizionalmente 'benevola' del pianeta. Come sempre tutto dipenderà da cosa e come viene toccato nel quadro individuale, fermo restando che Giove generalmente agisce come una sorta di grande amplificatore, che esalta quello che c'è nel bene o nel male. Certamente non mancheranno opportunità anche importanti per chi riceve l'influsso attraverso configurazioni particolarmente favorevoli, e ovviamente in assenza di transiti concomitanti di natura avversa.

In questi giorni si sta formando un interessante stellium tra Mercurio, Venere e Saturno, che raggiungerà la sua massima intensità intorno al giorno 10 negli ultimi gradi della Vergine, per poi disperdersi gradualmente data la diversa velocità dei tre astri coinvolti. Si tratta di una configurazione non facile da interpretare essendo molto diversa la natura dei tre pianeti, ma quel che è certo è che la sua presenza in quel settore esalterà temporaneamente ma notevolmente l'opposizione Saturno-Urano, che risulterà particolarmente incisiva nei giorni intorno al 10 proprio a causa dell'interazione momentanea con Mercurio e Venere.

Ottobre presenta anche una particolare configurazione dai forti significati karmici, che interessa l'asse dei Nodi Lunari con Marte congiunto al Nodo Sud e la Luna Nera sul Nodo Nord, attiva praticamente per tutto il mese ma più intensamente nella prima metà. I settori coinvolti sono quelli compresi tra gli ultimi gradi della già citata Croce Cardinale e i primi della Croce Fissa (Toro, Leone, Scorpione, Acquario). Configurazione assai delicata e certo poco allegra data la natura dei fattori coinvolti, con possibile innesco di situazioni di origine karmica per i soggetti interessati.

lunedì 21 settembre 2009

ASTROLOGIA - TRA L'INCUDINE E IL MARTELLO


A dimostrazione della criticità dell'opposizione Saturno-Urano attualmente in atto, e di cui abbiamo ampiamente parlato in varie occasioni, portiamo oggi un esempio tratto dalla cronaca di questi giorni. Il fatto in questione riguarda Flavio Briatore, fino a pochi giorni fa dirigente sportivo della Renault Formula 1 e proprio oggi radiato a vita dalla Federazione perchè accusato di aver indotto un suo pilota a causare un incidente per favorire l'altro dei suoi due piloti durante una gara un anno fa. Si tratta evidentemente di un provvedimento di estrema gravità sul piano sportivo, forse mai accaduto prima in Formula 1. In realtà il fatto di cui è stato accusato è alquanto oscuro e controverso, tanto che non sono pochi, all'interno del mondo delle corse, ad essere convinti che Briatore sia stato abilmente incastrato e fatto fuori nell'ambito di una sorta di regolamento di conti interno ai giochi di potere della Formula 1. Ricordiamo infatti che questo sport, così come anche il calcio, oggi non è più soltanto una competizione tra piloti e case automobilistiche, ma anche e soprattutto un colossale business.

Ma torniamo all'astrologia e andiamo ad analizzare i transiti che interessavano il cielo natale di Flavio Briatore oggi. Non ci sorprende affatto trovare Saturno-incudine in congiunzione quasi esatta a Marte radix (significatore dello sport), con Urano-martello dall'altra parte in opposizione esatta, e con il concorso anche di Mercurio e del Sole che in questi giorni sono congiunti a Saturno. Configurazione critica su pianeta a rischio, ed ecco servito l'evento forte e sicuramente alquanto sgradito all'interessato. L'alone di mistero e intrigo che circonda la vicenda è ben rappresentato dalla posizione di transito del brumoso Nettuno, che attualmente ondeggia tra il Mediocielo e la Luna di nascita dell'imprenditore piemontese, situati rispettivamente a 22 e quasi 26 gradi Acquario. A completare l'opera, nel classico ruolo di trigger, il veloce Marte transitante in quadratura ancora a Nettuno. Nell'immagine allegata, il quadro di nascita di Flavio Briatore (pianeti interni) e i transiti di oggi (pianeti esterni).

venerdì 18 settembre 2009

ECONOMIA ALTERNATIVA IN FESTA A ROMA

E' in corso in questi giorni a Roma, dal 17 al 20 settembre, la Festa Nazionale dell'Altraeconomia, un'occasione interessante per documentarsi sui vari modi di gestire l'economia in alternativa sia al sistema ultra-liberista attualmente dominante in Occidente sia al sistema socialista che ha fallito nell'Est europeo. Tra i temi trattati, l'agricoltura biologica, la finanza etica, il commercio equo-solidale, il risparmio energetico e le energie rinnovabili, il software libero, il turismo responsabile e altro ancora. Tanti modi per trasformare radicalmente un sistema economico dominante che, oltre a generare squilibri e disparità inaccettabili, ha portato inevitabilmente all'attuale crisi globale. Una finestra su un possibile futuro a misura d'uomo e rispettoso dell'ambiente che sta a noi costruire, assumendoci la responsabilità di fare scelte precise e accuratamente direzionate.

mercoledì 16 settembre 2009

ASTROLOGIA - CONSENSI AL PREMIER AL MINIMO

Lo avevamo ipotizzato a suo tempo, ed effettivamente il transito di Saturno su un punto critico del quadro astrale del premier Silvio Berlusconi si è fatto sentire, facendo emergere una serie di situazioni che lo stanno mettendo in seria difficoltà. Crisi familiare e questione morale, unite ai risultati non entusiasmanti dell'azione del suo governo, hanno ridotto notevolmente la sua popolarità, come dimostra l'ultimo sondaggio pubblicato da Repubblica proprio oggi. Il gradimento dei cittadini italiani nei confronti del Cavaliere scende infatti al 47% (era al 62% un anno fa) proseguendo il costante declino iniziato ad Aprile, e toccando il suo punto più basso da quando è stato eletto Presidente del Consiglio.

Attualmente Saturno ha superato il punto critico suddetto, tuttavia un nuovo periodo a rischio si vede già all'orizzonte, dato che lo stesso pianeta transiterà nei prossimi mesi sull'Ascendente di Berlusconi. Considerando la concomitante presenza di Plutone sul Fondo Cielo e quindi la contemporanea attivazione anche dell'asse Mediocielo-Fondocielo ad opera di un pianeta che talvolta rivoluziona le situazioni, possiamo ipotizzare una fase davvero cruciale per il Cavaliere e quindi anche il suo governo nei prossimi mesi. Difficile essere precisi sui tempi per via dell'incertezza sulla posizione esatta degli assi del tema a causa dell'ora di nascita imprecisa (tra le 5.40 e le 6.30 secondo le varie fonti), ma comunque parliamo sempre del prossimo autunno-inverno. Tra l'altro Saturno, nella prima metà del prossimo anno, effettuerà un anello di sosta con stazionamento proprio nel settore dove deve trovarsi l'Ascendente (tra fine Vergine e inizio Bilancia), e questo non fa che enfatizzare ulteriormente l'importanza del transito estendendo il periodo cruciale addirittura fino all'estate del 2010.

Naturalmente non possiamo sapere se il Cavaliere resisterà anche a questa nuova dura prova saturniana che si prospetta, quel che è certo è che la sua posizione appare via via sempre meno stabile, e che la deprimente situazione politica italiana avrebbe bisogno di uno scossone. Tra un centro-destra che campa solo ed esclusivamente sulla figura, peraltro sempre più imbarazzante, di Silvio Berlusconi, e un centro-sinistra senza idee e incapace sia di governare che di fare opposizione, siamo ormai, come si dice, tra l'incudine e il martello, e sono in tanti a sentire forte la necessità di un radicale cambiamento dello scenario.

mercoledì 2 settembre 2009

ASTROLOGIA - GLI EVENTI DEL MESE DI SETTEMBRE

Ecco le posizioni planetarie per questo mese di Settembre: SOLE in Vergine, dal 23 in Bilancia; LUNA piena il 4 in Pesci, LUNA nuova il 18 in Vergine; MERCURIO in Bilancia, dal 7 retrogrado, dal 18 in Vergine, dal 30 diretto; VENERE in Leone, dal 21 in Vergine; MARTE in Cancro; GIOVE retrogrado in Acquario; SATURNO in Vergine; URANO retrogrado in Pesci; NETTUNO retrogrado in Acquario; PLUTONE retrogrado in Capricorno, dal 12 diretto; CHIRONE retrogrado in Acquario; NODO LUNARE NORD in Capricorno; LUNA NERA in Capricorno.

Torna nuovamente in azione la stridente opposizione Saturno-Urano sull'asse Vergine-Pesci. Dopo la pausa primaverile-estiva, il gioco dell'alternarsi tra moto diretto e retrogrado dei due astri fa sì che in questo mese si torni a formare questo aspetto critico che era già stato presente per diversi mesi in precedenza. Si tratta come sapete di una configurazione a rischio in quanto mette di fronte due forze assai dissimili e contrastanti tra loro, una votata alla conservazione e alla stabilità (Saturno) e l'altra al dinamismo e al cambiamento (Urano). Ne consegue che i soggetti che risentiranno del suo influsso potrebbero trovarsi di fronte a situazioni difficili da gestire per qualche ragione, combattuti tra impulsi di diversa natura e tendenzialmente conflittuali. Il fulcro della configurazione si troverà intorno a 24-25° del suddetto asse, con coinvolgimento per quadratura anche degli stessi settori dell'asse Gemelli-Sagittario. Interessati quindi tutti coloro che hanno pianeti o fattori significativi nei pressi di questi settori, con modalità che naturalmente potranno variare caso per caso a seconda dei fattori coinvolti (pianeti, case, configurazioni).

Tende invece a sfaldarsi la congiunzione Giove-Nettuno-Chirone, attiva nei mesi scorsi, a causa della rapida retrogradazione di Giove, che si sta allontanando dai due compagni e a fine mese sarà ormai vicinissimo al punto di stazionamento, che si troverà a 17° Acquario. Di questo comunque parleremo più diffusamente a Ottobre. Al momento la congiunzione si può considerare ancora attiva, dato che fra i tre astri ci sono soltanto pochi gradi di distanza, per cui l'influsso idealistico-ottimistico-utopistico della combinazione Giove-Nettuno si farà ancora sentire intorno a 21° Acquario, con estensione tendenzialmente più problematica agli stessi gradi dell'opposto Leone e dei segni posti in quadratura (Toro, Scorpione), ed estensione più facilmente gestibile costruttivamente invece per gli stessi settori dei segni posti in trigono o sestile (Gemelli, Sagittario, Ariete, Bilancia).

Nel corso del mese Mercurio effettuerà uno dei suoi anelli di sosta, con primo stazionamento a 6° Bilancia e secondo a 21° Vergine. Spesso la retrogradazione di Mercurio coincide con rallentamenti o intoppi nei settori da esso governati (comunicazioni, trasporti, interscambi), che naturalmente vanno ad interessare principalmente coloro che hanno pianeti o fattori significativi in aspetto critico ai punti di stazionamento (in particolare congiunzione, opposizione e quadratura). Sempre a proposito di Mercurio, nel corso del mese il pianeta tenderà gradualmente ad avvicinarsi a Saturno e al Sole, formando una congiunzione a tre intorno al giorno 20 e limitrofi. Questo rafforzerà momentaneamente ma notevolmente l'opposizione Saturno-Urano data la presenza di due ulteriori astri, sia pure per pochi giorni.

Congiunzione dai forti significati karmici sarà invece quella che coinvolgerà Nodo Lunare Nord e Luna Nera, negli ultimi gradi del Capricorno, con estensione degli influssi anche agli stessi settori dell'opposto Cancro e dei segni posti in quadratura (Ariete, Bilancia). Chi sarà interessato dalla configurazione dovrà quindi aspettarsi possibili eventi e situazioni di origine karmica, in particolare se dovessero essere coinvolti fattori radix come Saturno, Luna, pianeti retrogradi o i Nodi stessi. Alla già poco allegra compagnia si aggiungerà all'inizio del mese prossimo anche Marte, ma di questo parleremo a suo tempo.

Settembre è anche il mese dell'Equinozio di autunno (emisfero nord) o primavera (emisfero sud), che quest'anno si verificherà il giorno 22 alle ore 21:20 GMT con l'ingresso del Sole nel segno zodiacale della Bilancia.

Per quanto riguarda la visibilità dei pianeti in cielo, proprio questa sera/notte sarà possibile osservare una spettacolare congiunzione Luna-Giove, che vi consigliamo di non perdere. Giove sarà visibile per tutto il mese dopo il tramonto del Sole e fino circa alle 2 o poco più, prima verso sud-est e poi gradualmente verso sud e poi ovest col passare delle ore. Visibili, ma al mattino presto prima del sorgere del Sole, anche Marte e Venere intorno sud-est, con Venere che tuttavia tenderà gradualmente ad avvicinarsi al Sole diventando così sempre meno visibile di giorno in giorno. Saturno è ormai invisibile, mentre anche Mercurio sarà in fase di avvicinamento al Sole e quindi non si potrà vedere se non nei primi giorni del mese, appena dopo il tramonto del Sole in direzione ovest, come sempre molto basso sull'orizzonte.

mercoledì 26 agosto 2009

ASTROLOGIA - NODI LUNARI E DESTINO


Non tutti gli astrologi li utilizzano e non tutti ne comprendono il significato, ma i Nodi Lunari rappresentano, secondo la scuola astrologica karmica, dei fattori di primaria importanza nell'analisi di una carta natale o dei transiti, soprattutto per quanto riguarda gli eventi che, per loro natura e caratteristiche, possono essere identificati come eventi di destino. La nostra esperienza conferma in pieno il ruolo importante e non di rado anche decisivo dei Nodi, considerando che li abbiamo assai spesso trovati coinvolti in configurazioni significative in occasione di eventi cruciali che hanno segnato la vita di svariati soggetti.

Portiamo oggi un esempio che mostra in modo evidente quanto abbiamo appena affermato, prendendo spunto ancora una volta da un fatto avvenuto in questi giorni. Ci riferiamo alla morte del famoso senatore americano Edward "Ted" Kennedy, fratello di John e Bob morti assassinati e ultimo esponente della dinastia Kennedy che ha influito in modo incisivo sulla politica americana post-seconda guerra mondiale.

I transiti al momento della morte, avvenuta nella sera di ieri 25 agosto, evidenziano infatti il ruolo primario dei Nodi sia radix che di transito nell'evento. Se osserviamo la carta astrale che mostra sia i pianeti natali che quelli transitanti al momento, notiamo infatti che i transiti più significativi coinvolgono appunto i Nodi Lunari. In particolare, il Nodo Nord transita in congiunzione a Saturno di nascita, mentre Urano di transito si congiunge al Nodo Nord radix, con Mercurio dalla parte opposta congiunto al Nodo Sud. Soltanto un altro transito appare significativo, si tratta di Nettuno congiunto, peraltro non molto precisamente, a Marte natale, ma il ruolo decisivo nell'evento ci pare sia proprio quello dei transiti dei Nodi o sui Nodi. Questo è soltanto uno degli innumerevoli esempi che potremmo portare. Nell'immagine allegata, la carta astrale dei pianeti radix (interni) e di quelli di transito (esterni) la sera del 25 agosto 2009.

mercoledì 5 agosto 2009

NUOVA ECLISSE LUNARE QUESTA NOTTE

Nuova eclisse lunare domani 6 Agosto, con culmine esattamente alle ore 0:39 GMT corrispondenti alle 2:39 ora estiva italiana. Si tratterà anche questa volta di un'eclisse penumbrale di modesta intensità, e di conseguenza all'osservazione non si presenterà certo eclatante. A quell'ora la Luna sarà visibile dall'Italia in direzione sud-ovest, ma si potrà vedere soltanto una certa ombreggiatura su parte del disco lunare. Dal punto di vista astronomico, l'eclisse lunare si forma quando Sole, Terra e Luna sono in allineamento tra loro, con la Terra in posizione centrale a proiettare la sua ombra sul disco lunare illuminato dal Sole. Secondo l'ottica geocentrica, Sole e Luna si trovano quindi in aspetto di opposizione, mentre con l'eclisse solare sono invece in congiunzione. L'opposizione o la congiunzione tra i due astri, tuttavia, dà luogo all'eclisse lunare o solare solamente quando questi formano un allineamento con la Terra, cosa che avviene quando anche i Nodi Lunari si trovano negli stessi settori zodiacali dove si trovano i luminari, o comunque nelle vicinanze. L'eclisse di questa notte avverrà a 13°43 Acquario, e quindi, dal punto di vista astrologico, interesserà tutti coloro che hanno, nel proprio quadro di nascita, pianeti o fattori significativi situati vicino a quel grado della Croce Fissa (Toro, Leone, Scorpione, Acquario). L'influsso dell'eclisse ovviamente potrà risultare molto diverso a seconda di cosa viene attivato caso per caso (pianeti, case, configurazioni), e a seconda del tipo di aspetto.

lunedì 3 agosto 2009

ASTROLOGIA - GLI EVENTI DEL MESE DI AGOSTO

Ecco le posizioni planetarie per questo mese di Agosto: SOLE in Leone, dal 23 in Vergine; LUNA piena ed ECLISSE penumbrale di Luna il 6 in Acquario; LUNA nuova il 20 in Leone; MERCURIO in Leone, dal 3 in Vergine, dal 26 in Bilancia; VENERE in Cancro, dal 27 in Leone; MARTE in Gemelli, dal 26 in Cancro; GIOVE retrogrado in Acquario; SATURNO in Vergine; URANO retrogrado in Pesci; NETTUNO retrogrado in Acquario; PLUTONE retrogrado in Capricorno; CHIRONE retrogrado in Acquario; NODO LUNARE NORD in Capricorno; LUNA NERA in Capricorno.

Nuova eclisse lunare anche questo mese, esattamente il giorno 6 con culmine alle ore 0:39 GMT. Si tratterà ancora di un'eclisse penumbrale e quindi di scarsa intensità, ma che potrebbe comunque avere i suoi effetti dal punto di vista astrologico, sia pure attenuati rispetto a quelli di un'eclisse totale. Il punto zodiacale in cui avverrà il fenomeno è situato a 13°43 Acquario, con estensione degli effetti anche all'opposto Leone e ai segni posti in quadratura (Toro e Scorpione), ovviamente intorno allo stesso grado zodiacale.

Scioltasi ormai definitivamente la congiunzione Marte-Venere, rimane attiva ancora per un po' di tempo quella che coinvolge Giove, Nettuno e Chirone, che anche in questo mese si troveranno raccolti nell'arco di circa 3-4 gradi, con fulcro della congiunzione oscillante tra 22 e 24 gradi Acquario. La configurazione continuerà quindi a sortire i suoi effetti più vistosi intorno ai gradi indicati della Croce Fissa (Toro, Leone, Scorpione, Acquario), e con modalità più morbide e accomodanti anche sugli stessi settori dei segni posti in trigono o sestile (Gemelli, Bilancia, Sagittario, Ariete). Come abbiamo già detto negli interventi precedenti, questa configurazione lavora principalmente sull'elaborazione degli ideali e dei valori superiori, che possono pertanto essere rimessi in discussione o trovare nuove strade e nuovi riferimenti sotto l'influsso del transito. Nelle situazioni migliori si possono verificare vere e proprie 'illuminazioni' e si può essere insolitamente ispirati nel fare le proprie scelte e svolgere le proprie attività, mentre in quelle peggiori si può rimanere vittima di grandi illusioni, cantonate, fanatismo ideologico o religioso e così via.

Nel corso del mese tenderà a riformarsi per l'ennesima volta l'opposizione tra Saturno in Vergine e Urano in Pesci, che tuttavia culminerà soltanto nel prossimo mese di Settembre. Attualmente i due astri distano circa 7 gradi dall'aspetto esatto di opposizione, ma verso fine mese i gradi saranno ridotti a 3 e si potrà quindi parlare di aspetto attivo, con fulcro intorno 23-24 gradi dell'asse Vergine-Pesci e scomodissima estensione degli effetti anche all'asse Gemelli-Sagittario per quadratura. Si tratta come già detto più volte in precedenza di una configurazione assai stridente e di difficile gestione, mettendo a confronto-scontro due forze radicalmente diverse tra loro, una che spinge al cambiamento e guarda al futuro (Urano) e l'altra che tende invece alla conservazione e alla stabilità (Saturno). All'atto pratico, spesso questo tipo di influsso astrale coincide con fasi della vita in cui si devono fare scelte difficili o si devono affrontare situazioni complesse e stressanti per qualche ragione.

Nell'ultima decade del mese sarà il caso di prestare attenzione all'opposizione tra Marte e Plutone, di breve durata ma non per questo meno insidiosa considerando le caratteristiche delle forze in gioco. Il fulcro dell'aspetto verrà a trovarsi proprio sulla cuspide dell'asse Cancro-Capricorno, e di conseguenza gli influssi interesseranno i primi gradi del suddetto asse e di quello Ariete-Bilancia per quadratura, ma anche gli ultimi gradi dell'asse Gemelli-Sagittario e per quadratura anche di quello Vergine-Pesci. Il simbolismo della configurazione può richiamare forti contrasti, scontri, lotte e conflitti, nonchè pericolo di incidenti per chi ha pianeti o fattori significativi nei settori indicati, a maggior ragione se si tratta di fattori per loro natura a rischio come Marte o Saturno.

Per quanto riguarda la visibilità dei pianeti in cielo, in questo mese la parte del Leone la giocherà un luminosissimo Giove, che sarà visibile in direzione est o sud-est fin da subito dopo il tramonto del Sole e per tutto il resto della notte gradualmente più verso sud e poi sud-ovest fino all'alba. Visibili prima dell'alba anche una non meno luminosa Venere e poco distante il rosso e meno vistoso Marte, in direzione est o sud-est. Saturno è invece in fase di avvicinamento al Sole e quindi tenderà gradualmente a diventare sempre meno visibile, con le ultime possibilità limitate al periodo immediatamente seguente il tramonto del Sole verso ovest. A fine mese nei pressi di Saturno verrà a trovarsi anche Mercurio, che di conseguenza potrebbe essere pure osservabile nella stessa direzione e alla stessa ora, come sempre per breve tempo e molto basso sull'orizzonte.

martedì 21 luglio 2009

IMPORTANTE ECLISSE DI SOLE DOMANI

Seconda eclisse mensile domani 22 luglio, questa volta molto più interessante e significativa trattandosi di un'eclisse totale di Sole, che tra l'altro attraverserà zone densamente abitate e grandi città. La durata dello spettacolare fenomeno astronomico sarà complessivamente di 5 ore e 14 minuti, con inizio intorno alla mezzanotte del 21 luglio e termine alle 5:12 GMT del 22, mentre la massima intensità sarà raggiunta alle 2:35 GMT sempre del 22. Il cono d'ombra, dicevamo, attraverserà zone densamente abitate dell'Asia, in particolare l'India centrale, la Cina centrale e altri paesi come Nepal, Bangladesh e Birmania, sfiorando anche il Giappone per poi terminare nell'Oceano Pacifico. Tra le grandi città maggiormente interessate dall'eclisse, segnaliamo Calcutta, Shanghai, Dacca e Kathmandu.

L'oscuramento del disco solare da parte della Luna, che si interporrà tra la Terra e il Sole stesso formando un preciso allineamento fra i tre astri, avverrà a 29°27 del Cancro. Di conseguenza, dal punto di vista astrologico, interesserà principalmente tutti i soggetti che hanno, nel proprio quadro astrale di nascita, dei pianeti o altri fattori significativi nei pressi di quel grado zodiacale oppure in opposizione o quadratura. I settori da tenere d'occhio saranno quindi quelli situati negli ultimi gradi dei quattro segni Cardinali (Ariete, Cancro, Bilancia, Capricorno), e nei primi gradi dei quattro segni Fissi (Toro, Leone, Scorpione, Acquario).

Ribadiamo ancora una volta che non sempre e non necessariamente l'eclisse preannuncia eventi spiacevoli, tutto dipende da cosa va a toccare nel quadro individuale e attraverso quale aspetto, e anche da quali transiti planetari si verificheranno nei mesi successivi. Spesso abbiamo notato che l'eclisse agisce come fattore di innesco o enfatizzazione di eventi che potranno essere letti appunto analizzando anche i transiti e magari la Rivoluzione solare annuale. Indubbiamente il verificarsi nello stesso periodo di eclissi, rivoluzione solare e transiti significativi può far pensare alla possibilità di eventi importanti o eclatanti per qualche ragione.

lunedì 6 luglio 2009

ASTROLOGIA - DOMANI ECLISSE PENUMBRALE DI LUNA

Domani 7 luglio si verificherà la prima delle due eclissi del mese, per la precisione un'eclisse penumbrale di Luna. L'intensità del fenomeno sarà molto debole, ma qualche effetto dal punto di vista astrologico potrebbe esserci e quindi riteniamo che valga la pena segnalare l'avvenimento. L'eclisse culminerà alle ore 9:39 GMT (corrispondenti alle 11:39 ora legale italiana), e sarà osservabile soltanto in America e nell'Oceano Pacifico. Il punto in cui si verifica il fenomeno si troverà a 15°24 Capricorno, e di conseguenza interesserà i settori zodiacali vicini al grado 15 del segno citato ma anche dei tre rimanenti segni della Croce Cardinale (Ariete, Cancro, Bilancia).

Come più volte abbiamo sottolineato, secondo noi le eclissi funzionano come fattori di innesco o enfatizzazione di eventi la cui natura dipende dai transiti planetari presenti nei mesi immediatamente successivi, e che possono risultare particolarmente significativi quando l'eclisse e i transiti stessi in qualche modo vanno a sovrapporsi come simbolismo. Sul piano individuale bisognerà quindi verificare quali punti del proprio quadro natale verranno eventualmente attivati dall'eclisse, e quali punti verranno attivati in modo significativo dai transiti nei mesi successivi, dando un'occhiata magari anche alla Rivoluzione Solare per l'anno in corso. Dove ci fosse una sovrapposizione di simbolismi, ci potrebbe scappare anche l'evento forte. Teniamo inoltre a ribadire che, nonostante la tradizione attribuisca alle eclissi una fama piuttosto sinistra, secondo i nostri studi non sempre e non necessariamente queste richiamano eventi spiacevoli, ma tutto dipende da cosa viene attivato e con quali modalità.

venerdì 3 luglio 2009

ASTROLOGIA - GLI EVENTI DEL MESE DI LUGLIO

Ecco le posizioni planetarie per questo mese di Luglio: SOLE in Cancro, dal 23 in Leone; LUNA piena ed ECLISSE penumbrale lunare il 7 in Capricorno; LUNA nuova ed ECLISSE totale solare il 22 in Cancro; MERCURIO in Gemelli, dal 4 in Cancro, dal 18 in Leone; VENERE in Toro, dal 5 in Gemelli; MARTE in Toro, dal 12 in Gemelli; GIOVE retrogrado in Acquario; SATURNO in Vergine; URANO retrogrado in Pesci; NETTUNO retrogrado in Acquario; PLUTONE retrogrado in Capricorno; CHIRONE retrogrado in Acquario; NODO LUNARE NORD in Acquario, dal 28 in Capricorno; LUNA NERA in Capricorno.

Dopo mesi di assenza tornano le Eclissi, una penumbrale di Luna il giorno 7 e una, molto più significativa, totale di Sole il giorno 22. La prima si formerà nel grado 15 del Capricorno, interessando quindi tutti coloro che hanno pianeti o altri fattori significativi intorno a quel punto o vicino a quel grado degli altri tre segni Cardinali (Ariete, Cancro, Bilancia). Eclisse non delle più potenti certamente, ma nemmeno da sottovalutare troppo secondo noi. Molto più potente invece quella totale di Sole del 22, che cadrà a 29° Cancro interessando quindi gli ultimi gradi di quel segno e i primi del Leone, con estensione naturalmente anche agli stessi gradi dei segni opposti (Capricorno-Acquario) o in quadratura (Ariete-Toro e Bilancia-Scorpione). Secondo i nostri studi le eclissi in qualche modo preparano o enfatizzano situazioni che si verificheranno nei mesi successivi e che vanno ricercate studiando anche i transiti concomitanti e magari anche la rivoluzione solare. Non sempre e non necessariamente sono presagio di fatti spiacevoli, tutto dipende a nostro avviso dal contesto generale e da cosa viene toccato sia dall'eclisse che dai transiti.

Prosegue per l'intero mese la congiunzione tra Giove, Nettuno e Chirone in Acquario. I tre astri saranno tutti retrogradi e sempre molto vicini, entro non più di 2-3 gradi in longitudine. Il fulcro della congiunzione verrà quindi a trovarsi tra 24 e 25 gradi del segno, con influssi che interesseranno principalmente i settori vicini ai gradi indicati della Croce Fissa (Toro, Leone, Scorpione, Acquario), con maggiore criticità per i primi tre e maggiori opportunità per l'Acquario e anche i settori omologhi dei segni posti in trigono o sestile (Bilancia, Gemelli, Leone, Sagittario, Ariete), in questi ultimi casi con modalità meno eclatanti. Possibili ispirazioni, slanci idealistici o illuminazioni geniali nei casi migliori, facili illusioni e perdita di senso della realtà in quelli peggiori, naturalmente con tutte le vie di mezzo possibili e le più svariate situazioni a seconda di cosa viene toccato a livello individuale (pianeti, case, configurazioni ecc.).

Ultimi fuochi invece per la congiunzione Marte-Venere, ancora attiva fino a circa metà del mese ma poi in via di graduale scioglimento con il rapido avanzare di Venere rispetto al più lento Marte. Nella prima settimana di Luglio sarà l'ultimo decanato del Toro ad essere coinvolto, con estensione anche ai settori omologhi dei rimanenti segni Fissi che saranno interessati con modalità assai meno accomodanti. Inoltre in quel periodo i due astri andranno ad interagire con la congiunzione Giove-Nettuno-Chirone attraverso un'assai scomoda quadratura, che lascia presagire più problemi che altro rispetto alle tematiche relative al rapporto tra maschile e femminile e tra gli opposti in generale, anche se non si possono certo escludere piacevoli o piccanti eccezioni. L'ingresso prima di Venere e poi di Marte nei Gemelli sposterà poi il fulcro della congiunzione sul primo decanato di questo segno, ma di riflesso anche su quello opposto del Sagittario e per quadratura anche sugli stessi gradi di Vergine e Pesci. Sarà qui che l'eccitante congiunzione tra i due opposti-complementari significatori della sessualità spenderà le sue ultime energie, prima di sciogliersi definitivamente lasciando ognuno dei due astri libero di andare per la propria strada. Ultime occasioni quindi per ricucire strappi relazionali, creare nuovi legami, rinnovare le proprie vedute sul rapporto con il sesso opposto oppure, dall'altro lato della medaglia, per fare i conti con gli errori del passato ed affrontarne le conseguenze karmiche. Tutto questo naturalmente per chi ha pianeti o fattori radix significativi (in particolare se si tratta di Sole, Luna, Marte, Venere, Ascendente o Discendente) nei settori interessati dal transito.

Ultimo fatto significativo da segnalare è il cambio di segno dei Nodi Lunari, con quello ascendente che passa dall'Acquario al Capricorno, mentre quello discendente passa dal Leone al Cancro. Il Nodi Lunari erano entrati nell'asse Acquario-Leone a Gennaio 2008, impiegando quindi circa un anno e mezzo ad attraversarlo. Per quanto riguarda la visibilità dei pianeti, dopo il tramonto del Sole sarà ancora visibile Saturno verso sud-ovest, ma per breve tempo dato che tramonterà circa un'ora dopo. Mentre Saturno tramonterà ad ovest, sorgerà dalla parte opposta Giove, che resterà visibile per tutto il resto della notte. Prima dell'alba, sempre verso est o sud-est, si potranno ancora osservare Marte e Venere, fino a quando non scompariranno nella luce solare. Mercurio invece non sarà osservabile data la sua vicinanza al Sole.

domenica 28 giugno 2009

ASTROLOGIA - SATURNO PICCHIA DURO MA BERLUSCONI TIENE

Come ci aspettavamo, il transito insistente di Saturno su una configurazione radix critica di Silvio Berlusconi sta mettendo a dura prova la stabilità e le capacità di reazione del premier. Al centro di scandali e attaccato un po' da tutte le parti, dall'Italia e dall'Estero e persino da casa sua, il Cavaliere tuttavia secondo il sondaggio più recente gode ancora della fiducia di quasi la metà degli italiani, accusando soltanto un lieve calo (-2%) rispetto ai mesi precedenti. Circolano voci anche di possibili dimissioni, ovviamente smentite dall'interessato e da membri del suo governo, e in un contesto simile crediamo che effettivamente basterebbe poco per farlo cadere. Questo poco però sembra non esserci, nel senso che l'attuale opposizione di centro-sinistra non accenna a riprendersi dallo stato di coma profondo in cui versa dalla caduta dell'ultimo governo Prodi, e che rischia di diventare irreversibile. Come conferma il sondaggio in questione, gli italiani infatti continuano a sostenere il premier non tanto perchè soddisfatti del suo operato, ma perchè non vedono alternative praticabili. Basterebbe una proposta politica alternativa appena decente per farlo cadere, ma questa a quanto pare non c'è, e il cambio di guida da Veltroni a Franceschini nell'ambito del PD non pare aver migliorato le cose.

Fermo restando che secondo noi ci vorrebbe ben altro che le attuali proposte politiche di centro-destra o di centro-sinistra per ridare dignità alla politica, alla cultura e all'economia (stiamo sempre aspettando fiduciosi che la gente si accorga che esiste la proposta di tripartizione sociale steineriana), Saturno continuerà a lavorare ai fianchi di Berlusconi ancora per un mese abbondante. Mesi forse decisivi sulla sorte del governo questi dell'Estate 2009, con l'importante decisione sulla costituzionalità del Lodo Alfano attesa per settembre. Ma come detto prima, il problema dell'Italia attualmente non sembra tanto essere Berlusconi, quanto le alternative a lui. Con l'opposizione in queste condizioni, forse non basterebbe nemmeno una coalizione Saturno-Urano-Plutone a mandare a casa il Cavaliere.

mercoledì 17 giugno 2009

ASTROLOGIA - LO SPORT E L'ELEMENTO FUOCO

La tradizione astrologica attribuisce da sempre ai tre segni appartenenti all'elemento Fuoco (Ariete, Leone, Sagittario) una spiccata predisposizione all'attività sportiva, e un'attitudine alla competizione. Questo perchè, sempre secondo la stessa tradizione, i soggetti caratterizzati da questa tipologia energetica hanno una notevole vitalità, tendono ad essere esuberanti, amano primeggiare e hanno un forte bisogno di scaricare fisicamente il surplus di energia vitale che li contraddistingue. L'attività sportiva quindi rappresenta spesso una delle vie preferenziali attraverso le quali i soggetti-Fuoco tendono ad esprimere le loro peculiarità.

Una ricerca statistica effettuata da Gabriele Ruscelli e pubblicata sul n. 153 di Linguaggio Astrale, la più prestigiosa e autorevole rivista astrologica italiana, conferma pienamente quanto afferma la tradizione. La ricerca è stata effettuata utilizzando il test zeta a due code (un metodo statistico scientifico), su un archivio di 5047 date di nascita di campioni sportivi. Il risultato ha mostrato un'incidenza statisticamente rilevante a favore proprio di due dei tre segni di Fuoco (Ariete +4,63 e Leone +3,92, parametro statisticamente significativo +2,58), mentre il terzo segno, quello del Sagittario, ci è andato vicino (+2,19) piazzandosi comunque al terzo posto tra i dodici segni. Ancora più significativo il risultato riferito ai quattro Elementi, con una vistosissimo scarto positivo (+6,83) a favore del Fuoco rispetto alla media.

La ricerca ha confermato inoltre un'altra affermazione della tradizione astrologica, che vuole l'elemento Acqua come il meno predisposto allo sport. Il segno del Cancro, acquatico per eccellenza, compare infatti con la maggiore incidenza statistica rilevante ma in negativo (-3,36, parametro negativo rilevante -2,58), e così pure, in modo anche più vistoso, l'elemento Acqua nel suo complesso, con un risultato di -4,55. Ecco i risultati completi rispetto agli Elementi: 1) FUOCO 1473 casi (+6,83); 2) ARIA 1275 casi (+0,46); 3) TERRA 1178 casi (-2,73); 4) ACQUA 1121 casi (-4,55). Tutto perfettamente in linea con la tradizione. Sul numero di Linguaggio Astrale che abbiamo indicato sono pubblicati tutti i dettagli della ricerca con grafici e tabelle.

lunedì 15 giugno 2009

TESTAMENTO BIOLOGICO: IL PARERE DEI MEDICI

Ad ulteriore dimostrazione di quanto sia malfatta la legge approntata dalla maggioranza parlamentare sul Testamento Biologico, è arrivata in questi giorni anche la presa di posizione fortemente critica della Federazione degli Ordini provinciali dei Medici, espressa a larghissima maggioranza in un congresso a Terni come riferisce il Corriere della Sera online. La legge in via di discussione in Parlamento è stata definita poco rispettosa del rapporto di fiducia che ci deve essere tra medico e paziente, invadente, limitativa delle libertà dei pazienti e dell'indipendenza dei medici. In sostanza quello che anche noi avevamo espresso poco tempo fa su questo spazio. Una legge dogmatica che costringe tutti i cittadini ad accettare una visione di parte della realtà e a conformarsi ad essa, anzichè permettere ad ogni singolo individuo di decidere sui trattamenti di fine vita in base alle proprie convinzioni, come dovrebbe essere nello spirito di una buona legge su questo tema.

Questa importante presa di posizione dimostra ancora quanto il mondo politico viva una realtà tutta sua, che ben poco ha a che vedere con quella vissuta dai cittadini e dalle varie componenti della società. Una politica che fa il contrario di ciò che dovrebbe fare, che fa cioè delle scelte basate evidentemente su considerazioni funzionali solamente ai giochi di potere interni anzichè sulle reali esigenze dei cittadini e della società. Se non fosse così, non si capirebbe come mai una legge del genere (e non si tratta certo di un caso isolato, anzi) finisca per penalizzare proprio le parti più direttamente interessate e che dovrebbe invece tutelare, vale a dire i singoli cittadini e i medici. Ribadiamo che, piuttosto che avere questa legge, sarebbe meglio non avere nessuna legge sul Testamento Biologico.

lunedì 1 giugno 2009

ASTROLOGIA - GLI EVENTI DEL MESE DI GIUGNO

Ecco le posizioni planetarie per questo mese di Giugno: SOLE in Gemelli, dal 21 in Cancro; LUNA piena il 7 in Sagittario, LUNA nuova il 22 in Cancro; MERCURIO in Toro, dal 14 in Gemelli; VENERE in Ariete, dal 6 in Toro; MARTE in Toro; GIOVE in Acquario, dal 15 retrogrado; SATURNO in Vergine; URANO in Pesci; NETTUNO retrogrado in Acquario; PLUTONE retrogrado in Capricorno; CHIRONE retrogrado in Acquario; NODO LUNARE NORD in Acquario; LUNA NERA in Capricorno.

Mese ricco di eventi interessanti, a cominciare dal Solstizio d'estate (emisfero nord) o d'inverno (emisfero sud) che avverrà il giorno 21 alle ore 5:47 GMT, con l'ingresso del Sole nel segno cardinale del Cancro. Un Solstizio che si preannuncia piuttosto interessante date le particolari configurazioni planetarie che saranno presenti in quel momento. In questo mese infatti saranno attive due congiunzioni cariche di significato, che andremo ora ad analizzare. La prima riguarda Marte e Venere, che viaggiano congiunti lungo lo Zodiaco già da un mese e mezzo e continueranno a farlo anche per tutto Giugno e la prima settimana di Luglio. La congiunzione tra i due astri significatori della polarizzazione sessuale assumerà una connotazione diversa rispetto al mese precedente, a causa del cambio di segno, dall'Ariete al Toro. Dai toni tendenzialmente focosi, aggressivi e talvolta conflittuali arietini si passerà a quelli più moderati e goderecci taurini, una differenza non da poco. Date le valenze astrologiche dei due pianeti, in gioco ci sarà il rapporto tra le polarità opposte e quindi prima di tutto tra maschile e femminile, in particolare sul piano delle relazioni e della sessualità. Ad essere interessati saranno tutti coloro che hanno pianeti o fattori significativi (in particolare se si tratta di Sole, Luna, Venere, Marte, Ascendente o Discendente) nel Toro o nell'opposto Scorpione, con influssi potenzialmente più problematici per Leone e Acquario interessati per quadratura. Influssi più blandi ma meglio gestibili anche per i segni posti in trigono o sestile (Capricorno, Cancro, Pesci e Vergine), ma qui non ci sarà da aspettarsi chissà che cosa dato che si tratta di pianeti veloci.

L'altra congiunzione interessante riguarderà Giove, Nettuno e Chirone, raccolti in meno di un grado intorno a 26° Acquario per tutto il mese, tutti e tre stazionari. Qui i significati richiamano i grandi ideali e i valori superiori di riferimento, che potranno essere rimessi in gioco nei soggetti interessati, vale a dire tutti coloro che hanno pianeti o fattori significativi intorno a 26° della Croce Fissa (Toro, Leone, Scorpione, Acquario) e in misura minore intorno allo stesso grado dei segni posti in trigono o sestile (Sagittario, Gemelli, Bilancia, Ariete). Come sempre tutto dipenderà da cosa e come verrà toccato nel quadro natale individuale, e dal livello evolutivo del soggetto. Nei casi migliori potrà essere favorita la ricerca spirituale e il ri-orientamento della propria vita sulla base di elevati valori e ideali, mentre nei casi peggiori si rischierà di cadere nelle più colossali illusioni e di perdere il senso della misura e della realtà. Giove invertirà il suo moto da diretto a retrogrado a partire dal giorno 15, e ritornerà diretto soltanto a metà Ottobre.

Mercurio è ritornato diretto soltanto da ieri ed è quindi ancora in fase di stazionamento intorno a 23° Toro, interagendo attraverso una scomoda quadratura con la congiunzione Giove-Nettuno-Chirone. Questo può creare rallentamenti, impedimenti e difficoltà di vario genere in tutto ciò che riguarda comunicazione, movimenti e spostamenti, nei soggetti che hanno pianeti o fattori significativi negli ultimi 5-6 gradi della Croce Fissa. Il tutto è comunque destinato ad esaurirsi verso la metà del mese, con il graduale aumento di velocità di Mercurio e il suo ingresso nei Gemelli. Ancora stazionario anche Saturno, che per tutto il mese insisterà sui gradi 15 e 16 della Vergine, sottoponendo alle sue dure prove chi ha qualcosa di importante intorno ai suddetti gradi della Croce Mobile (Gemelli, Vergine, Sagittario, Pesci).

Per quanto riguarda la visibilità dei pianeti in cielo, dopo il tramonto del Sole si potrà osservare Saturno culminante a sud, che resterà visibile all'incirca fino alle ore 1 gradualmente più basso e più verso ovest. Dopo il tramonto di Saturno, sorgerà Giove dalla parte opposta ad est, e si potrà osservarlo fino alle prime luci dell'alba. Prima del sorgere del Sole si potrà vedere anche la congiunzione Marte-Venere, in direzione est o sud-est. Tra il 5 e il 20 del mese Mercurio si allontanerà un po' dal Sole, e con un po' di fortuna potrebbe essere anch'esso osservabile, sia pure per brevissimo tempo, prima dell'alba verso est.

mercoledì 20 maggio 2009

FESTIVAL "LA CITTA' OLISTICA" IL 23 E 24 MAGGIO

Sabato 23 e domenica 24 Maggio avrà luogo il festival La Città Olistica, presso lo splendido parco di Villa Sorra a Panzano di Castelfranco Emilia (Modena). La due giorni comprenderà dibatti, workshops, concerti, mostre e animazioni varie, con al centro le tematiche dell'ecologia, dell'etica, della ricerca spirituale e della medicina alternativa. Il programma è ricco e molto interessante, l'organizzazione è del Conacreis. Qui il programma dell'evento.