giovedì 17 dicembre 2009

NON SOTTOVALUTARE LA QUADRATURA SATURNO-PLUTONE

E' da poco che si è formata, e già comincia a farsi notare la quadratura Saturno-Plutone di cui abbiamo più volte parlato nei giorni scorsi. Tra i primi a farne le spese, il premier Silvio Berlusconi, che non a caso avevamo indicato, nel resoconto sui transiti di Dicembre, tra i più probabili bersagli della critica configurazione, a causa della posizione del suo Sole e del suo Ascendente di nascita finiti in mezzo al fuoco incrociato dei due 'signori del karma'. Sull'estrema criticità di questo tipo di combinazioni astrali, in particolare riguardo alle posizioni di potere (Plutone) e responsabilità (Saturno) e al relativo uso, abbiamo già mostrando una serie di esempi alquanto espliciti.

Tutto questo per dire che i rischi che comporta questa quadratura in atto non andrebbero sottovalutati. E' nell'ordine naturale delle cose che chi sta più in alto nella scala di poteri e responsabilità dia un esempio, e che chi sta più in basso tenda a seguire quell'esempio, qualunque esso sia. Quindi i cittadini, consciamente o meno, tendono a seguire l'esempio dato dai leaders, in particolare nel campo dell'amministrazione pubblica. In un giusto ordinamento, chi sta più in alto dovrebbe star lì perchè è più saggio, più equilibrato e più lungimirante degli altri, non perchè è più furbo o perchè conosce meglio le tecniche di persuasione più o meno occulta, nè perchè è più abile a denigrare l'avversario. In un giusto ordinamento, la politica è un servizio al cittadino, non ai propri interessi personali o dei propri amici, è un laboratorio dove si confrontano idee per il bene del paese e non un insieme di comitati d'affari. Le furberie, l'affarismo senza scrupoli e la mancanza di rispetto per l'avversario non sono cose da grandi uomini. Con l'esempio che stanno dando, i nostri leaders politici di ambo le parti in questi anni hanno fatto diventare il paese una polveriera di tensioni. E quando in cielo si formano certe geometrie astrali, le polveriere possono anche esplodere.

5 commenti:

argent ha detto...

Condivido l'influenza di saturno dissonante a plutone per quanto riguarda i terremoti.
Quello che colpì Colfiorito era segnato dalla sesquiquadratura (135°) fra i due pianeti.
Questo di Haiti vedeva la Luna a fine sagittario, cioè il satellite si apprestava a dar manforte alla quadratura congiungendosi a plutone.
In base a questa osservazione e considerando che la quadratura precisa fra i due pianeti si verificherà a fine gennaio, si può dedurre che due giorni a maggior rischio possano essere il 20 ed il 27 gennaio. Naturalmente non ho verificato le sommatorie di altri pianeti che non siano la Luna.

P.S. è più facile che io converta all'astrologia Margherita Hack che un cammello passi per la cruna di un ago.

Gabriele Bertani ha detto...

Al momento del terremoto avvenuto ad Haiti, Mercurio era congiunto a Plutone, aggiungendo ulteriore forza alla quadratura con Saturno.

argent ha detto...

E’ possibile che Mercurio dissonante abbia significato sofferenza per tanti bambini? Fra l’altro il giorno del terremoto è morto anche un bambino a Mantova per rottura di un macchinario (Plutone).

Come avevo detto, il 20 gennaio una nuova scossa ha fatto tremare Haiti, adesso attendo il 27 per la seconda conferma.

roccotango ha detto...

Gabriele osserva il TEMA del cielo del 7 agosto 2010, ore 1 del mattino. INCREDIBILE. Studio le possibilità ma è spaventevole.
gracias Claudia Luna SCORPIONE, sole SAGGITARIO, ascendente CAPRICORNO,.

Gabriele Bertani ha detto...

In effetti la carta del 7 agosto è piuttosto inquietante. Tuttavia bisogna dire che configurazioni del genere si sono già formate in passato, e non sempre e necessariamente coincidono con eventi drammatici. Staremo a vedere.